KYOTO SANGA FC

  京都  サンガ  FC

Sito Web Ufficiale - www.sanga-fc.jp 

CITTA' PREFETTURA FONDAZIONE COMPAGNIA

KYOTO 京都市 

KYOTO 京都府 

1922 

-- 


FORMAZIONE TIPO - 4 2 3 1
GIOCATORI BASE
NUM RUOLO GIOCATORE NAZIONE DATA NUOVO
1 POR SUGENO Takanori   CAP  JAP  03.05.1984  
21 POR SHIMIZU Keisuke JAP 25.11.1988  
17 DIF MUTA Yusuke JAP  22.09.1990  
4 DIF TULIO TANAKA JAP 24.04.1981 NEW
30 DIF ISHIBITSU Yusuke JAP 23.07.1983  
15 DIF SOMEYA Yuta JAP 30.09.1986  
3 DIF TAKAHASHI Yuji JAP 11.04.1983  
6 DIF HONDA Yuki JAP 02.01.1991  
2 DIF YUZAWA Masato JAP 10.10.1993 NEW
26 DIF SHIMOHATA Shogo JAP 08.05.1992  
18 CEN MOCHIZUKI Reo JAP 18.01.1995 NEW
8 CEN HA Sung Min SUD COREA 13.06.1987 NEW
5 CEN YOSHINO JAP 08.11.1994  
14 CEN SENTO Keiya JAP 29.12.1994  
22 CEN KOYAMATSU Tomoya JAP 24.04.1995 NEW
16 ATT LEE Yong-Jae SUD COREA 08.06.1991  
13 ATT IWASAKI Yuto JAP 11.06.1998  
9 ATT ORIS Kevin BELGIO 06.12.1984 NEW
 

 Allenatore

Allenatore

NUNOBE Takanori

ISHIMARU Kyotaka

JAP

JAP

 

NEW

 

PALMARES

1 COPPA DELL'IMPERATORE

2002

 

 LO STADIO

 

KYOTO NISHIKYOGOKU STADIUM

KYOTO ATHLETIC PARK STADIUM  

( Capienza 20.242 ) 

〒615-0864 Prefettura di Kyoto

Kyoto-shi,

Ukyo-ku

Nishikyogokushinmei-cho 29

 

 

Foto Wikimedia Commons - Autore: Waka77 (撮影者自身による投稿) [Public domain]


KYOTO NISHIKYOGOKU STADIUM 京都市 西京極 スタジアム - Chiamato anche Kyoto Athletic Park Stadium è situato nella parte occidentale della città, vicino al Katsura-gawa 桂川. Inaugurato nel 1942 è un'impianto multifunzionale  piuttosto datato ed ha avuto bisogno di un primo restyling nel 1985 e di una ulteriore rinnovamento nel 1996. A mio giudizio non ha una buona visuale dalle curve che sono troppo distanti e basse. Molto probabilmente la situazione migliora dalla tribuna principale ma da quel settore non ho mai assistito ad alcuna gara. Oggi ha una capienza di circa 20.200 posti ed è utilizzato anche per le gare di atletica. 

Lo Stadio è servito dalla linea metropolitana urbana mediante la stazione di Nishi-Kyogoku (西京極駅) ubicata a poco più di 500 metri in direzione sud, ma si può raggiungere dalla Kyoto Station 京都駅 anche tramite bus (utilizzare il Kyoto Municipal Autobus  n.73  - 京都市バス 73).

NISHIKYOGOKU STADIUM AREA MAP - 西京極 スタジアムの地図

Clicca sul riquadro in basso a sinistra per passare da Satellite a Mappa e sul pulsante +/- per lo Zoom


LA MAGLIA
Maglia 1
Maglia 1
Maglia 2
Maglia 2

IL NOME

SANGA サンガ - E’ una parola che in sanscrito significa “ gruppo “  (in questo caso anche “ club “) ed è usata principalmente per indicare le confraternite buddiste. Bisogna ricordare che Kyoto è conosciuta nel mondo come “la città dei mille templi” ed è da sempre il centro religioso e spirituale del paese: i luoghi di culto buddisti (e shintoisti) sono numerosissimi, incastonati nella struttura urbana che si è sviluppata rispettandone ubicazioni e spazi.

PURPLE パープル - Fino al 2007 nella denominazione ufficiale della squadra era inserita anche la parola inglese Purple che vuol dire Viola. Questo è tuttora il colore della divisa ufficiale ma soprattutto è il colore della città di Kyoto sin dai tempi in cui era capitale dell’Impero Giapponese (794 - 1868). 

 

IL LOGO

E’ uno scudo appuntito diviso in due sezioni, viola a sinistra e bianca a destra. Al centro, in rosso, il Fengyun, costituito da due uccelli, Feng il maschile e Yun (in origine huang) il femminile, che rappresentano la forza, l’attitudine a lottare, lo spirito combattivo ma anche  la grazia  e l’eleganza. L’origine è cinese ma sono diffusi in tutta la mitologia dell’Asia Orientale che li considera il re e la regina di tutte le altre specie di uccelli. In Giappone sono uno dei simboli della Casa Imperiale di Kyoto e rappresentano il fuoco, il sole, la giustizia, l’obbedienza e la fedeltà. (A livello di simbologia sono paragonabili all’unione tra yin e yang). Il colore viola è il colore Imperiale Giapponese della città di Kyoto (vedi sezione precedente dedicata alla denominazione del club). Il logo attuale è stato adottato nel 2007 dopo il cambiamento del nome ufficiale del team e l’eliminazione della parola “Purple” che invece compariva nell’emblema precedente. Al centro del vecchio emblema compariva una fenice gialla ad ali spiegate: questo perché la fenice presenta molti tratti similari con gli uccelli del Fengyun e in parecchi casi vengono confusi o addirittura considerati la stessa cosa. 

 

STORIA

Il team nasce a Kyoto nel 1922 con il nome di KYOTO SHIKO CLUB ed è rimasto ai margini del calcio giapponese per molto tempo. Per capire la dimensione economico-sportiva nella quale questa squadra era costretta ad operare bisogna tenere presente che, a differenza della maggior parte degli altri club, non è mai stata collegata a una importante compagnia rappresentando anzi una delle rare società calcistiche vere e proprie presenti in Giappone.

Nel 1992 in previsione di un possibile inserimento nella neonata J.League il club cambia la denominazione sociale in KYOTO PURPLE SANGA e grazie ai finanziamenti di alcune importantissime aziende come la Kyocera e la Nintendo viene allestita una formazione competitiva.

Al termine del campionato del 1995 arriva la promozione in J-League 1 dove rimane fino al 2000. 

Da allora si guadagna la poco ambita reputazione di “squadra yo-yo” venendo promossa in J-League 1 e subito retrocessa in J-League 2 in diverse occasioni.

Nel 2002 ottiene però l’unico titolo della sua storia, vincendo al Tokyo National Stadium la finale di COPPA DELL'IMPERATORE 2002 nella quale supera per 2-1 i favoritissimi Kashima Antlers.

Nel 2007 il club ha deciso di eliminare la parola “Purple” dalla denominazione ufficiale che diventa quindi semplicemente KYOTO SANGA (vedi la sezione dedicata al  “nome”).

Dal 2011 milita ininterrottamente in J-League 2.

 

GIOCATORI CELEBRI

MATSUI Daisuke - 松井 大輔

(Kyoto-shi, Kyoto - 11.5.1981)

ala sinistra

151 presenze - 21 reti - in Nazionale 31 presenze - 1 rete

Nato a Kyoto ha esordito con la squadra della sua città natale nel 2000 e si è subito imposto come un giocatore molto promettente. Le sue prestazioni hanno guidato i Purple Sanga alla conquista dell'unico trofeo della loro storia, la Coppa dell'Imperatore 2002 e gli osservatori europei hanno iniziato a seguirlo. Nel 2004 Matsui accetta le offerte del LeMans prima e del Saint-Etienne poi e lascia il Giappone per giocare in Francia. Mancino puro, agiva indifferentemente da ala sinistra o da ala destra e si rendeva pericoloso su tutto il fronte offensivo. Il suo stile di gioco lo portava a trattenere troppo la palla e a prendersi pause durante la gara: queste caratteristiche ne hanno rallentato l'inserimento nel calcio europeo ma a lungo andare  Matsui ha saputo adeguarsi sfruttando la sua tecnica e la sua velocità ed è riuscito a costruirsi un'ottima carriera in Francia, Russia, Bulgaria e Polonia prima di rientrare in patria nel 2014. Probabilmente è il più forte giocatore giapponese ad aver indossato la maglia dei Kyoto Purple Sanga. Ha fatto parte della rosa del Giappone ai Mondiali 2010 e dell'Olimpica ad Atene 2004.

 

IL TIFO

Tifo inversamente proporzionale alla forza della squadra che non ha ottenuto grandi successi nel corso della sua storia e che certamente non ha brillato neanche nelle ultime stagioni, trascorse in J.League 2. I tifosi però sono fantastici, molto determinati e con un attaccamento ai colori davvero encomiabile. Ci sono vari gruppi di supporters che seguono i Sanga tra i quali spiccano i Miyako Unison, i Kyoto Loud e gli Ultras Kyoto. I Miyako Unison hanno un proprio sito visitabile alla pagina unison2.web.fc2.com dove pubblicano le loro iniziative, le foto del tifo e del loro merchandise che, senza nulla togliere agli altri, reputo il più bello tra tutti quelli dei sostenitori del Sanga. Mi piace soprattutto la presenza del nero abbinato al viola che rende le loro t-shirt davvero magnifiche e anche le sciarpe hanno un design aggressivo e accurato. Il tutto è corredato dal loro logo costituito da un teschio stilizzato all'interno di una croce patente. Accanto ai Miyako Unison troviamo il gruppo chiamato Kyoto Loud che ha un proprio blog all'indirizzo megawave783.blog96.fc2.com, si tratta di uno spazio molto curato e preciso dove si possono trovare tutte le informazioni relative alle loro svariate attività, le immagini dei tifosi allo stadio e un diario con i commenti alle varie partite dei Sanga alle quali assistono. Il sito http://www.geocities.jp/ultra_kyoto degli Ultras Kyoto è invece redatto parzialmente anche in lingua spagnola e propone ovviamente le foto al Nishikyogoku e quelle delle trasferte, ma soprattutto il seguitissimo blog che dal 2007 raccoglie le opinioni e i commenti  dei tifosi sulle prestazioni della squadra e sulle coreografie messe in pratica allo stadio.

 

LA MASCOTTE

Sono due uccelli Fengyun presenti anche nell’emblema del team (per ulteriori dettagli vedi sezione dedicata al logo). Il maschio si chiama PURSA-Kun パーサくん (ma talvolta è chiamato Parser-kun) mentre la femmina si chiama KOTONO-Chan コトノちゃん Sono entrambi ricoperti di fiamma rossa che il sito ufficiale del club descrive come "la passione ardente e la forza che simboleggiano i tifosi e l'atteggiamento della nostra squadra in campo". 

 

CURIOSITA'
  • Come raccontato nella sezione dedicata alla storia del club, il Kyoto Sanga è considerato l'erede del Kyoto Shiko Club che militò nella seconda divisione giapponese. La parola "Shiko" (紫光) vuol dire "viola acceso" o "viola brillante" che è il colore delle maglie indossate dai giocatori dello Shiko Club prima e da quelli del Kyoto Sanga oggi.