KAWASAKI FRONTALE

  川崎  フロンターレ

Sito Web Ufficiale - www.frontale.co.jp

CITTA' PREFETTURA FONDAZIONE COMPAGNIA

KAWASAKI 川崎市          

KANAGAWA 神奈川県  

1955

FUJITSU 


 FORMAZIONE TIPO - 4 2 3 1

Clicca sull'immagine per ingrandire

GIOCATORI BASE
NUM RUOLO GIOCATORE NAZIONE DATA NUOVO
30 POR ARAI Shota JAP  01.11.1988   
1 POR JUNG Sung-Ryong SUD COREA 04.01.1985   
23 DIF EDUARDO "DUDU'" BRASILE  27.04.1993  
3 DIF NARA Tatsuki JAP 10.09.1993   
5 DIF TANIGUCHI Shogo JAP 15.07.1991   
2 DIF NOBORIZATO Kyohei JAP 13.11.1990   
7 DIF KURUMAYA Shintaro JAP  05.04.1992  
18 DIF ELSINHO BRA 30.11.1989  
14 CEN NAKAMURA Kengo   CAP  JAP 31.10.1980   
21 CEN EDUARDO NETO BRASILE  24.10.1988  
10 CEN OSHIMA Ryota JAP  23.01.1993  
8 CEN ABE Hiroyuki JAP  05.07.1989 NEW
6 CEN TASAKA Yusuke JAP  08.07.1985  
13 CEN MIYOSHI Koji JAP 26.03.1997   
16 CEN HASEGAWA Tatsuya JAP 07.03.1994  
41 ATT IENAGA Akihiro JAP 13.06.1986  NEW
11 ATT KOBAYASHI Yu JAP 23.09.1987   
22 ATT RHAYNER Santos BRASILE 05.09.1990  NEW
   Allenatore ONIKI Toru JAP   NEW
PALMARES

Nessun Titolo


LO STADIO

 

TODOROKI STADIUM

KAWASAKI ATHLETICS STADIUM  

( Capienza 25.000 ) 

〒211-0052 Prefettura di Kanagawa

Kawasaki-shi,

Nakahara-ku

Todoroki Ryokuchi 1 - 1

 

Foto Wikimedia Commons - Autore:  WAKA77 (撮影者自身による投稿 ( It took a picture for myself )) [Public domain]


TODOROKI ATHLETICS STADIUM 等々力 陸上 スタジアム - Conosciuto anche con il nome di Kawasaki Athletics Stadium, è un impianto polivalente costruito nel 1962. Inizialmente è stato concepito come stadio per l’atletica come dimostra la presenza della pista che circonda il terreno di gioco.  Ha ospitato gli incontri casalinghi dei Verdy Kawasaki (oggi Tokyo Verdy) e del Toshiba FC (oggi Consadole Sapporo)  quando le due squadre avevano sede a Kawasaki.

A partire dal 1997 i Kawasaki Frontale iniziarono a utilizzare anch’essi questo impianto condividendolo con gli altri due teams. Quando Toshiba FC (nel 2000) ed i Verdy Kawasaki (nel 2001) migrarono verso altre città restarono gli unici ad utilizzare il Todoroki Stadium. La capienza al momento dell’inaugurazione era di soli 10.000 posti prima di venire ampliata una prima volta nel 1994 e una altra nel 1995 in modo da raggiungere i 25.000 posti attuali. E’ stato utilizzato ai Mondiali 2002 ma soltanto come campo di allenamento della Croazia.

Si trova vicinissimo all'area urbana di Tokyo, dalla quale è separato soltanto dal Tama-gawa 多摩川. La stazione più vicina allo stadio è quella di Musashi-Nakahara (武蔵中原駅) sulla Nambu Line 南武線 ma la stazione più comoda da Tokyo è quella di Musashi-Kosugi (武蔵小杉駅). Per raggiungere Kawasaki da Tokyo esistono vari treni sia da Shinjuku 新宿駅 che da Shibuya 渋谷駅 e ovviamente anche dalla Tokyo Station 東京駅. Pur raggiungendo punti diversi di Kawasaki, anche distanti tra loro, tutte le stazioni di arrivo sono collegate dalla Nambu Line per cui arrivare al Todoroki è abbastanza semplice.

TODOROKI STADIUM MAP - 等々力 スタジアムの地図  

Clicca sul riquadro in basso a sinistra per passare da Satellite a Mappa e sul pulsante +/- per lo Zoom


LA MAGLIA
Maglia 1
Maglia 1
Maglia 2
Maglia 2

IL NOME

FRONTALE フロンターレ - Come spiegato nel sito ufficiale del club la parola FRONTALE è tratta dalla lingua italiana e significa "frontale" o "fronte" in italiano. Lo scopo è quello di esprimere lo spirito di frontiera, di una squadra che cerca sempre di rimanere in prima linea.

 

IL LOGO

E’ composto da uno scudetto dai colori celeste e nero nel quale sono presenti, sotto il nome FRONTALE, delle Azalee che sono i fiori ufficiali della città. Sotto la parola KAWASAKI è scritto l’anno di fondazione “est.1997” ed è inoltre presente un delfino bianco: il delfino oltre che come mascotte della squadra è stato scelto come simbolo per rappresentare il carattere marittimo e vivace della città.

 

STORIA

La squadra viene  fondata dalla compagnia  Fujitsu nel  1955 con il  nome di   FUJITSU SC (Soccer Club).

Nel 1997 passa al professionismo e cambia la denominazione nell’attuale KAWASAKI FRONTALE.

I colori e soprattutto lo stemma sociale (che era praticamente identico) vennero copiati da quelli utilizzati dal Gremio di Porto Alegre, squadra brasiliana con la quale i Kawasaki Frontale collaborano da sempre (per ulteriori dettagli vedi la sezione successiva dedicata alle "curiosità").

Nel 1999 ottengono per la prima volta nella loro storia la promozione nella massima divisione ma l'esperienza nella J.League si rivelerà fallimentare: il Kawasaki Frontale arriva ultimo con soli 21 punti e viene subito retrocesso.

In quel periodo le altre due squadre cittadine, i fortissimi Verdy e il Toshiba FC, si trasferiscono in altre sedi lasciando campo libero ai Kawasaki Frontale che iniziano ad attirare sempre più tifosi alle loro partite. Nel 2004 la crescita d'interesse attorno al team e una ritrovata competitività portano alla vittoria in campionato e alla nuova promozione in J.League 1.

Nella stagione 2006 arriva il secondo posto in J.League 1 che è il miglior piazzamento ottenuto dal club nella massima serie nipponica (risultato eguagliato anche nel 2008 e nel 2009).

Nel 2007 grazie al secondo posto dell’anno precedente partecipano alla AFC Champions League dove si confermano squadra solida superando il girone di qualificazione e venendo sconfitti solo ai rigori nei quarti di finale dagli iraniani del Sepahan FC. 

In questi ultimi anni il Kawasaki Frontale ha ormai raggiunto una certa stabilità in J-League 1 e anche se non ha ancora vinto nessun titolo si sta dimostrando formazione sempre più solida e competitiva.

 

GIOCATORI CELEBRI

NAKAMURA Kengo - 中村 憲剛 

(Kodaira, Tokyo - 31.10.1980)

centrocampista centrale

572 presenze - 96 reti - in Nazionale 68 presenze - 6 reti

Indossa la maglia del club sin dal suo debutto professionistico avvenuto nel 2003 e da allora è un elemento fondamentale nel centrocampo dei Frontale. Agisce come regista in posizione centrale ma è un centrocampista completo che abbina corsa e visione di gioco a una discreta capacità realizzativa. Non è molto forte fisicamente ma è abbastanza agile e resistente. Ha fatto parte della Nazionale Giapponese ai Mondiali del 2010.

 

JUNINHO Carlos Alberto Carvalho dos Anjos Junior

(Salvador, Brasile - 15.9.1977)

attaccante

254 presenze - 212 reti

Bomber implacabile con statistiche incredibili. Arrivò in Giappone proveniente dal Palmeiras dove giocava come centrocampista offensivo ma giunto ai Frontale avanzò la propria posizione in campo e iniziò ad agire come punta pura. E' rimasto a Kawasaki per 9 stagioni, dal 2003 al 2011 prima di trasferirsi ai Kashima Antlers all'inizio del 2012. Molto amato dai tifosi, si è integrato benissimo al punto che dopo aver dichiarato di voler vivere in Giappone per tutta la vita, ha anche avviato le pratiche per diventare cittadino Giapponese: dopo vari tentativi ha però dovuto arrendersi a causa delle difficoltà incontrate a imparare la lingua al livello necessario richiesto per il rilascio della cittadinanza (che in Giappone non si ottiene facilmente).

 

OKUBO Yoshito 大久保 嘉人

(Kanda, Fukuoka - 9.6.1982)

punta centrale

166 presenze - 100 reti in Nazionale 60 presenze - 6 reti

Attaccante di razza che arriva in rosa dopo un lungo girovagare sia in patria che in Europa tra Germania e Spagna (Wolfsburg e Maiorca) vestendo per la prima volta la maglia Frontale nella stagione 2013: in quel momento ha già 31 anni e si presenta integro fisicamente ma con le "polveri bagnate" visto che il suo apporto realizzativo sembra in netto calo rispetto al passato. A Kawasaki però ci hanno visto lungo perché Okubo vive una seconda giovinezza e probabilmente il momento più alto della sua carriera oltre che della storia della società. Bomber implacabile al quale non si poteva regalare un momento di distrazione senza essere subito puniti, Okubo sapeva segnare in tutti i modi dando il meglio in posizione centrale e come punta unica: con un partner a dividerne gli spazi o come seconda punta rendeva un po' meno, mentre da solo "faceva reparto" come si dice in questi casi. Resta nel club per quattro campionati prima di passare all'Fc Tokyo nel 2017. La stagione più entusiasmante è il 2016 con i Frontale che sono protagonisti di un torneo strepitoso con Okubo a guidarli in attacco: la corsa al titolo si ferma purtroppo in semifinale contro gli invincibili Antlers di quell'anno (0-1 in casa), una grande delusione per tutti e forse è qui che Okubo capisce di aver terminato il proprio ciclo a Kawasaki e accetta l'offerta dell'Fc Tokyo. Nonostante l'addio lo splendido rapporto con i tifosi dei Frontale sembra comunque intatto: al Todoroki è stato un vero e proprio idolo tanto che sugli spalti campeggiava abitualmente lo striscione con lo "Yoshimetro" che teneva tutti aggiornati sul numero di reti segnati dalla punta e i suoi titoli di capocannoniere. In Nazionale invece a mio avviso avrebbe potuto dare di più: venne convocato per la prima volta da Zico e anche dal "nostro" Zaccheroni ai Mondiali 2014, segno che il livello del giocatore era tale da meritare questo tipo di considerazione, ma per uno come Okubo 6 reti in 60 presenze sembrano davvero troppo poche.

 

GANAHA Kazuki - 我那覇和樹

(Naha, Okinawa - 26/9/1980)

punta centrale

306 presenze - 92 reti - in Nazionale 6 presenze - 3 reti

Ha esordito da professionista con la maglia dei Frontale nel 1999 ed è rimasto a Kawasaki per 10 stagioni consecutive prima di passare al Vissel kobe nel 2009. E’ stato il primo giocatore di Okinawa a indossare la maglia della Nazionale Giapponese. Nel 2007 venne sospeso 6 giornate per una presunta infrazione del codice comportamentale anti-doping. Ganaha fece appello e dimostrò che l’assunzione di queste sostanze si rese necessaria per ovviare alla sua temporanea incapacità di assumere liquidi per via orale in seguito a una forte disidratazione. La sospensione fu revocata. 

 

ITO Hiroki - 伊藤 宏樹

(Niihama, Ehime - 27.6.1978)

difensore centrale

494 presenze - 12 reti 

Ha passato tutta la carriera professionistica nel Kawasaki Frontale, 13 stagioni consecutive dal 2001 al 2013 quando si è ritirato dall'attività agonistica. Agiva principalmente come difensore centrale ma si adattava molto bene a ricoprire anche il ruolo di terzino destro.

 

IL TIFO

I supporters dei Kawasaki Frontale occupano prevalentemente la parte Nord e quella Est dello stadio Todoroki ma il cuore del tifo è situato a metà tra questi due settori, nel punto in cui la struttura dell’impianto curva: la posizione è immediatamente riconoscibile per la presenza di un grandissimo striscione  celeste e nero con la scritta in italiano “Forza Kawasaki”. Da questo settore partono i cori, le coreografie con bandiere e sciarpe al ritmo dei tamburi che poi vengono seguiti dal resto del pubblico.

Nella foto a sinistra i coloratissimi tifosi del Kawasaki Frontale assiepati sugli spalti del National Olympic Stadium di Shinjuku, Tokyo durante la finale di Coppa di Lega persa il 3 novembe 2007 contro il Gamba Osaka col punteggio di 1 - 0  (rete di Yasuda al 55').

 

 

Foto Wikimedia Commons

Autore Waka77

(Opera propria) [CC0]

 


LA MASCOTTE

E’ un delfino che è stato chiamato FRON-TA ふろん, nome scelto dai tifosi mediante sondaggi organizzati dal club durante le partite casalinghe e approvato poi dalla dirigenza. Si presenta di colore azzurro ed è descritto dal sito ufficiale dei Frontale come "vispo e amichevole, egli incarna la velocità, la familiarità e l'allegria". Front-Ta è una delle più amate mascotte giapponesi, il suo merchandise è sempre tra i più venduti e nel 2008 è anche diventata protagonista di una serie animata (la prima per una mascotte di J.League).

 

CURIOSITA'
  • Il giorno 26 marzo 1997 il Kawasaki Frontale ha siglato un accordo di partnership con il Gremio di Porto Alegre con lo scopo di apprendere da questa storica società brasiliana come si  gestisce una squadra professionistica e applicare quanto imparato nella costruzione e nello sviluppo del club. Prima del logo attuale l’emblema dei Frontale copiava in tutto e per  tutto  quello  del  Gremio. L’accordo  è  tuttora in vigore.  
  • Da  segnalare  l’accesa  rivalità con l’ Fc Tokyo contro il quale giocano il  “Tamagawa Clasico”  dal nome del fiume Tama che costituisce il confine geografico tra Tokyo e Kawasaki. Per descrivere questa partita si preferisce usare la parola spagnola “Clasico” invece della parola “derby”. Altra gara molto sentita (anche se non a livello del Tamagawa Clasico) è quella contro i Tokyo Verdy con i quali hanno condiviso la città di appartenenza e lo stadio fino al 2001.