Foto 1
Foto 1

NAZIONALE - Maglie Storiche

 

GIAPPONE

Away 2004-06

 

 

(tutte le foto di puntogiappone.com 

Autore Mario A.Persegani  

opera propria - tutti i diritti riservati)

 

 

La maglia da trasferta della Nazionale Giapponese nel biennio 2004-2005 ha una colorazione tendente al beige chiaro, quasi una tenue sfumatura di color crema e rappresenta una vera e propria novità per i Samurai Blue: fino a quel momento infatti il colore principale per la tenuta da trasferta era sempre stato il bianco, con qualche variante, come ad esempio una parziale colorazione grigia oppure alcuni fregi rossi più o meno marcati, ma senza mai scostarsi troppo dalla tonalità originale. In vista della stagione 2004 la ditta produttrice Adidas ha proposto alla Federazione Giapponese (  J.F.A. ) un  

Foto 2
Foto 2

cambiamento puntando su un colore più moderno e accattivante che potesse ovviamente incrementare il numero delle vendite. La maglia è abbastanza lineare, semplice e pulita ma con alcuni dettagli interessanti. Intanto è molto leggera, piacevole da indossare, in tessuto climacool, appositamente concepito in esclusiva dall'Adidas per l'abbigliamento sportivo, che tende a diminuire sudore e a mantenere la pelle più asciutta. Il logo climacool è applicato sulla parte inferiore del fianco sinistro. Lo scudetto della J.F.A. (Foto 2) al tempo era ancora giallo e rosso, abbandonato nel 2009 per la versione attuale, sostanzialmente identica che ha semplicemente sostituito il bianco al giallo. Al centro dell'emblema continua a esserci lo Yatagarasu nero che è anche la mascotte ufficiale della Nazionale. Lo Yatagarasu 八咫烏, è un mitologico corvo imperiale a tre zampe che secondo la leggenda lottò e uccise una terribile bestia che voleva mangiare il sole e per questo la  dea Amaterasu  decise di eleggerlo come messaggero. E' il 

Foto 3
Foto 3

protettore di Jimmu, il primo imperatore del Giappone, che venne guidato al Monte Kumano e alla conquista di Yamato proprio da Yatagarasu. Sotto allo scudetto troviamo la scritta JAPAN, un classico presente ormai da 20 anni sul cuore dei Samurai Blue. Il colletto (Foto 3) e molto comodo, sottile, con la parte inferiore che si assottiglia nella classica forma a " V " leggermente arrotondata e lascia intravedere il contrasto blu navy sottostante. Nella parte interna, il logo Adidas, l'indicazione della taglia europea e la scritta adidas.com: inoltre è stampata la dicitura bilingue " Made in Japan/Fabrique en Japon " preceduta 

Foto 4
Foto 4

da サイズ che indica la taglia in giapponese. Bisogna prestare sempre una certa attenzione a questi particolari perchè aiutano a identificare una maglia da gioco autentica da una falsa. Sulle spalle le caratteristiche tre strisce adidas blu navy che però terminano in modo particolare, a punta e non dritte. Sulla spalla sinistra è inoltre applicata la Hinomaru (日の丸), la bandiera giapponese (Foto 4). La maglia qui illustrata è priva di nome e numero: era previsto un numero frontale di colore blu navy, posizionato centralmente e di dimensioni ridotte, mentre sulla schiena il numero era classico e manteneva la medesima colorazione. Il nome del giocatore, sempre in blu navy, era invece scritto "ad arco" e non in orizzontale. Se vi capita di trovarne una con nome e numero rossi sappiate che sono stati applicati in modo non ufficiale: la Nazionale non è MAI scesa in campo con numeri rossi su questa tenuta. Il resto del kit prevedeva i pantaloncini blu e i calzettoni dello stesso colore della maglia.

___________________________________________________________________________________________________________________

Nota: Hai la maglia di una squadra di J.League o della Nazionale Giapponese? Contattaci qui, mandaci le tue fotografie e condividila su puntogiappone.com.