COPPA DELL'IMPERATORE DEL GIAPPONE

天皇 杯全日本サッカー選手権大会

Foto Wikimedia Commons - Autore Ohtani tanya (Opera propria)

[CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)]

 

La Coppa dell'Imperatore si disputa dal 1921 ed è la competizione più antica del Giappone. E' aperta a tutte le squadre calcistiche del paese, anche a quelle che militano nelle leghe minori, le quali però devono affrontare impegnativi turni di eliminazione. Fino al 1940 potevano parteciparvi anche le squadre provenienti dai paesi occupati in quel momento dall'Impero Giapponese come ad esempio la Corea e la Manciuria.

La storia della Coppa inizia nei primi anni del '900 quando la Federazione Giapponese comincia a pensare a un torneo per eleggere la miglior squadra del paese e rivolge la propria attenzione a quella che all'epoca era la competizione calcistica più prestigiosa al mondo e cioè l' F.A.Cup. Alcuni emissari nipponici si recarono a Londra con lo scopo di studiare, copiare e applicare la formula del torneo inglese anche al nuovo All Japan Championship Tournament. Quando però il torneo prende vita assume la denominazione ufficiale di Coppa dell'Imperatore e il trofeo destinato alla squadra vincitrice viene donato, con britannica signorilità,  proprio dalla Federazione Inglese.

Purtroppo durante la II Guerra Mondiale la Coppa viene requisita dal governo per essere fusa in modo da contribuire alla raccolta del metallo necessario a sostenere lo sforzo bellico. Quando la competizione  viene ripristinata la Federcalcio giapponese introduce l'attuale trofeo, corredato dal sigillo imperiale: un crisantemo in oro posizionato nella parte frontale.

Nel 2011 una copia della Coppa originale, destinata alla squadra vincitrice di quell'edizione, viene donata nuovamente dalla Federazione Inglese a quella Giapponese: ricevendo il trofeo il presidente della J.F.A. Ogura Junji ha espresso la speranza che possa rappresentare "per sempre un simbolo di pace tra le due nazioni".


 

COPPA DI LEGA - JLEAGUE CUP 

Jリーグ カップ

Foto Wikimedia Commons - Autore: Noriko Puffy (urawa reds)

[CC BY-SA 2.0(http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)]

Nella foto sopra la Yamazaki Nabisco Cup vinta dagli Urawa Red Diamonds nel 2003

Si disputa tra tutte le squadre che militano in J1, spesso integrate da un paio di squadre militanti in J2.

Dalla prima edizione del 1992 fino al 2016, per ragioni di sponsorizzazione, ha assunto il nome di Yamazaki Nabisco Cup: la Yamasaki è una compagnia giapponese attiva nel settore alimentare con prodotti da forno, biscotti, patatine e snacks con una rete di vendita che spazia dall'Asia agli USA. La Nabisco è una compagnia statunitense (nota soprattutto per i biscotti OREO) con sede nel New Jersey che opera nel medesimo settore della Yamazaki. Nell'Agosto 2016 la Yamazaki passa a sponsorizzare individualmente il torneo che cambia nome diventando YBC Levain Cup dove YBC sta per Yamazaki Baking Company e Levain sono i famosi crackers, uno dei prodotti di punta della ditta nipponica.

 

La formula del torneo è cambiata spesso nel corso degli anni, influenzata dal calendario calcistico della J.F.A. (Japan Football Association) che la modifica quando la Nazionale partecipa ai Mondiali o alle Olimpiadi. Di solito prevede una fase a gironi e una successiva fase a eliminazione diretta che porta alla finalissima dalla quale emerge la squadra campione.