LA MIGLIORE               LA RIVELAZIONE     LA CONFERMA   LA DELUSIONE
      Shonan Bellmare  
    V.Varen Nagasaki        Matsumoto Yamaga    Thespakusatsu Gunma

VEDI QUI  TUTTI I RISULTATI, LA CLASSIFICA FINALE ED I PLAYOFFS PER LA PROMOZIONE  


Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  KeyPlayer   La delusione   La promessa
7   4   74   21 11 10   54 68 +18  

Wellington 19 

  Y.Mikado   Finale Playoff   T.Tomiyasu

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Tsukuba University per 2-1

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

L'obiettivo

NOTE POSITIVE

In attacco il brasiliano 

NOTE NEGATIVE

A conti 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6   15   51   14 9 19   54 68 -14  

Kawahara 11 

  T.Kondo   La Difesa   S-S Park

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Omiya Ardija 3-2 ai supplementari

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Profonda 

NOTE POSITIVE

Sulla carta il

NOTE NEGATIVE

Difesa da retrocessione: 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
5   13   55   13 16 13   44 49 -5  

S.Akamine 10 

  K.Kiyama   C.Imperatore   K.Tsukagawa

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Nagano Parceiro per 1-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Campionato assolutamente 

NOTE POSITIVE

Positivo il ritorno di Kohei

NOTE NEGATIVE

Detto dell'insoddisfacente

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6   18   46   11 13 18   56 68 -12  

H.Namba  9

  Y.Shoji   M.Tashiro   K.Furuhashi

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Sanfrecce Hiroshima per 2-1

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Dopo due stagioni terminate al 

NOTE POSITIVE

Il nuovo allenatore Takeshi Oki ha ridato fiducia alla

NOTE NEGATIVE

Per contro Gifu ha subito eccessivamente a livello difensivo:

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
7,5    6   68   20 8 14   70 58 +12  

Larrivey 19

  Larrivey   Playoffs   T.Inui

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Gamba Osaka per 2-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Impresa sfiorata, l'eventuale approdo del JEF

NOTE POSITIVE

Alla fine il tecnico Juan Eduardo Esnaider (ex Juve) ha 

NOTE NEGATIVE

Nella partita decisiva le cose si erano messe bene (0-1 di 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  KeyPlayer   La delusione   La promessa
4   22   31   8 14 20   41 61 -20  

K.Hara  7 

   Alex Santos   Evson   -

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in trasferta da Ehime Fc per 2-1

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Nella parte iniziale del torneo e fino ad a.

NOTE POSITIVE

L'obiettivo era salvarsi ed è stato centrato 

NOTE NEGATIVE

L'èta media è piuttosto alta, la rosa  

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
5,5   12   57   14 15 13   55 47 +8  

Tulio 15

   Tulio    C.Imperatore   Y.Iwasaki

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in casa da Azul Claro Numazu per 0-1

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Cammino eccessivamente 

NOTE POSITIVE

Miglior bomber stagionale,

NOTE NEGATIVE

Prima di tutto la già citata incostanza, 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  

TopScorer

  KeyPlayer   La delusione   La promessa
6   16    50   11 17 14   53 43 0  

Nakashima 11 

  Y.Inoue   B.Tatar   N.Otani

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in casa da Oita Trinita per 2-4

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Un passo indietro rispetto allo scorso a 

NOTE POSITIVE

L'ossatura della formazione titolare è solida e 

NOTE NEGATIVE

Finale di campionato un po' troppo anonimo

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6,5     66   19 9 14   61 45 +16  

Takasaki 19 

  M.Iida   Diego Jara   T.Ishihara

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato agli Ottavi in casa da Vissel Kobe per 0-2

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Obiettivo promozione fallito. 

NOTE POSITIVE

Cammino in Coppa dell'Imperatore 

NOTE NEGATIVE

Della delusione playoffs si è già 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6   14    54   14 12 16   45 48 -3  

Hayashi 14 

  Sho Sato   C.Imperatore   D.Maeda

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in casa da Roasso Kumamoto ai supplementari per 1-2

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Annata fotocopia della

NOTE POSITIVE

Il rendimento interno è 

NOTE NEGATIVE

Fuori casa invece torneo negativo,

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6   11   59   14 17 11   45 47 -2  

Sakano 13 

   S.Suganuma   T.Ota   K.Yuruki

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in trasferta da Kashima Antlers per 5-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Un altro campionato concluso a metà classifica, u

NOTE POSITIVE

Squadra titolare con un'ottima età media per costru

NOTE NEGATIVE

Assolutamente nullo l'apporto di Shuto Minami,

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
7+   3   75   23 6 13   85 65 +20  

R.Simovic 18 

   T.Taguchi   Charles   R.Aoki

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato agli Ottavi in trasferta da Cerezo Osaka per 1-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Alla fine è andata bene ma Nagoya ha rischiato oltre il lecito. Partita come squadra "ammazza campionato" si è presto ritrovata a fare i conti con la realtà della JLeague2, torneo difficile perché sempre molto equilibrato e combattuto. Certo i tifosi non si aspettavano di soffrire così perché almeno la promozione diretta sembrava assicurata: invece complice la sorpresa Nagasaki e un rendimento altalenante con qualche passaggio a vuoto di troppo (leggi Giugno-Luglio) i Grampus sono stati costretti a passare dai playoffs. La bravura di Nagoya è stata quella di non farsi prendere dal panico e dare tutto per arrivare almeno al 3° posto in modo da poter gestire due risultati su tre, opportunità di importanza capitale, come poi emerso nella Finale con l'Avispa Fukuoka. In Coppa dell'Imperatore invece i Grampus hanno fatto il massimo perchè quando l'urna ti impone la trasferta sul campo di un Cerezo Osaka immerso in quella che probabilmente è la miglior stagione di sempre, è difficile coltivare speranze di successo. 

NOTE POSITIVE

Miglior attacco del campionato, basato sull'esperienza dell'attaccante Hisato Sato, meno prolifico rispetto al solito ma ugualmente importate al fianco del bomber svedese Robin Simovic, 18 reti e una presenza fisica impressionante al centro dell'area di rigore. Le chiavi del centrocampo sono in possesso di Taishi Taguchi, giocatore completo già pronto a guidare la squadra anche in JLeague1. Due giovani promesse si sono distinte in questo 2017: il primo è Ryota Aoki, 21 anni, inserito gradualmente dal tecnico Yahiro Kazama a partire da Maggio, prima a sinistra e poi a destra dove si è espresso al meglio diventando subito titolare e mettendo a segno ben 11 reti e 5 assist in sole 26 presenze; il secondo è Kazuya Miyahara, coetaneo di Aoki, che però essendo in prestito da Hiroshima tornerà quasi sicuramente alla base visti i problemi palesati dai Sanfrecce in questa stagione: Miyahara è un elemento molto interessante perchè duttile, in grado di agire sia da mediano che da difensore, come terzino destro ma anche come centrale, di grande affidabilità e costanza al punto da risultare il giocatore dei Grampus più utilizzato in tutto il campionato.

NOTE NEGATIVE

Troppa sofferenza per ottenere la promozione. Nagoya ha sbagliato la costruzione della difesa, un errore pagato caro con i playoffs, centrati solo dopo aver agito per risolverne i problemi. In particolare ha deluso il brasiliano Charles che nei piani societari avrebbe dovuto rappresentare la colonna portante del reparto arretrato ma che alla fine è sceso in campo solo 5 volte con un paio di panchine e tante mancate convocazioni: il primo giorno del mercato di riparazione Charles è stato rispedito in patria senza troppi rimpianti e i Grampus hanno iniziato ad allestire una nuova difesa.

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
7   9   64   17 13 12   58 50 +8  

Y.Goto 17 

   Y.Goto   T.Kiyomoto   Y.Goto

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Kashiwa Reysol per 2-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Senza l'incredibile campionato del V

NOTE POSITIVE

Mattatore assoluto è stato indiscutibilmente 

NOTE NEGATIVE

Dopo un campionato così risulta difficile 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  KeyPlayer   La delusione   La promessa
4,5   20   38   11 5 26   48 69 -21  

K.Kozuka  8  

  Leo Ramos   M.Vidal   K.Kozuka

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in casa da Thespakusatsu Gunma per 1-2

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Dopo un 2016 più che positivo

NOTE POSITIVE

L'unica nota positiva è stata la salvezza, per il resto la società 

 NOTE NEGATIVE

Troppe reti subite (solo il fanalino di cod

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  KeyPlayer   La delusione   La promessa
4,5   21   37   9 10 23   36 59 -23  

B-J An 7 

  K.Kuroki   n.g.   S.Shimada

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Urawa Reds per 1-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Il voto più corretto per il Roasso sarebbe "n.g." come già espresso lo scorso anno da puntogiappone perchè anche questa JLeague2 è stata inevitabilmente condizionata dalle terribili conseguenze che il terremoto dell'Aprile 2016 ha prodotto sulla popolazione, la città e l'economia dell'area di Kumamoto. Il 15 Giugno 2017 il presidente del club Tomoyoshi Ikeya ha tenuto una conferenza stampa nella quale, oltre a comunicare che avrebbe assunto in prima persona la guida tecnica della squadra a seguito delle dimissioni dell'allenatore Hiroyuki Kiyokawa, ha spiegato come la situazione societaria generale fosse ancora molto lontana dalla normalità con ovvie conseguenze sulla qualità della rosa. Chiaramente si sta parlando di un aspetto sportivo, logicamente subordinato per importanza alla risoluzione delle altre problematiche che hanno investito un'area geografica così gravemente colpita. Lo stesso Ikeya non si è sbilanciato (saggiamente, n.d.a.) in procalmi sulle tempistiche necessarie per tornare a vedere un Roasso competitivo ma ha detto che la dirigenza si sta adoperando per fare in modo che accada il prima possibile. Dopo la doverosa premessa (importante per inquadrare il commento stagionale in modo completo), imponendosi di giudicare comunque il torneo disputato da Kumamoto, il voto stagionale non può essere che negativo, seppur con le attenuanti del caso.

NOTE POSITIVE

La permanenza in JLeague2. Nonostante il 21°posto in classifica e la relativa retrocessione "sul campo" il Roasso Kumamoto ha infatti beneficiato di una "salvezza d'ufficio" che permetterà al club di continuare a militare nella categoria attuale anche nella prossima stagione. Il Blaublitz Akita, squadra vincitrice del campionato di JLeague3 e destinata a prendere il posto del Roasso, non ha ottenuto il rilascio del JLeague Status, risultando ineleggibile per la promozione: essendo lo Status un requisito essenziale, Akita è stata costretta a rinunciare. Per regolamento, mancando una squadra in possesso dei titoli necessari per sostituirlo, il Roasso Kumamoto resta in JLeague2.

NOTE NEGATIVE

Non Giudicabile.

Come accennato sopra nel commento alla stagione, la situazione del Roasso Kumamoto è ancora troppo precaria per permettersi di giudicare tutto quello che non funziona.

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
8,5     83   24 11 7   58 36 +22  

Dinei 13 

   Andrè Bahia   Chiquinho   D.Sugioka

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Jubilo Iwata per 4-1

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

L'unico obiettivo possibile era quello di un pronto ritorno nella massima serie: il club poteva accettare anche di arrivarci tramite i playoffs ma qualsiasi risultato diverso dalla promozione sarebbe stato considerato, a giusta ragione, un fallimento. La squadra di Hiratsuka ha ammazzato il campionato, inizialmente viaggiando in compagnia dell'Avispa ma poi proseguendo in solitaria la corsa verso la JLeague1, raggiunta matematicamente al termine della gara pareggiata in casa contro il Fagiano (1-1 il 28 Ottobre) ma già pesantemente opzionata nel turno precedente con la vittoria sull'Ehime (1-0). Niente da fare in Coppa, avversario di caratura superiore, troppo forte per l'odierno Shonan.  

NOTE POSITIVE

Formazione molto ben allenata, grande equilibrio in campo, rosa completa con pochissimi punti deboli. Il tecnico coreano Cho ha schierato una difesa molto attenta ed efficace, la migliore del torneo alla pari con Fukuoka, con un centrocampo in grado di coniugare qualità e sostanza e un attacco concreto, non a livelli esplosivi come quello di Nagoya ma ugualmente pericoloso. La vera forza offensiva del Bellmare consiste nella grande varietà di giocatori in grado di andare rete: manca il bomber da 20 gol ma è la prova che per essere promossi non sempre è necessario perchè si può diventare più imprevedibili e per gli avversari trovare contromisure efficaci non è semplice, almeno a questi livelli. Certo in JLeague1 sotto questo aspetto le cose saranno più difficili. L'ossatura della squadra è costituita dall'affidabile portiere Akimoto, dal difensore brasiliano Andrè Bahia (3°anno a Hiratsuka) che sa rendersi pericoloso anche in area avversaria, i compagni di reparto Yamane e Sugioka (19 anni), i centrocampisti Shunsuke Kikuchi e Akino, il trequartista Yamada (miglior assistman) e l'esperta punta brasiliana Dinei (miglior marcatore interno).

NOTE NEGATIVE

Trovare problemi dopo un campionato di questo tipo è veramente dura. Anche sotto il profilo individuale è complicato perché tutti hanno dato un contribuito positivo, anche gli acquisti estivi come ad esempio Dragan Mrdja, che nonostante sia sceso di livello, si è messo a disposizione dei compagni con umiltà e intelligenza, accettando un minutaggio probabilmente inferiore a quello atteso pur di rendersi utile. Dovendo forzatamente sbilanciarsi si può fare il nome del mancino brasiliano Chiquinho arrivato a Febbraio dal Coimbra ma girato in prestito a Oita dopo aver indossato la maglia del Bellmare in 2 sole occasioni per un totale di 29' di gioco. Il vero problema per lo Shonan sarà quello di trovare un attaccante degno di questo nome perchè se in JLeague2 si può provare a vincere anche senza un vero bomber, nella massima categoria invece è necessario poter disporre anche di terminali offensivi di un certo rilievo in grado di andare a rete con una discreta costanza, altrimenti si rischia un'annata molto difficile.

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
3   22   20   5 5 32   32 88 -56  

Kang  10

   K.Takai   Matheus   Y.Okaniwa

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Kawasaki Frontale per 4-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Disastrosa: la retrocessione matematica si concretizza alla 37° giornata dopo la sconfitta interna contro i Verdy (1-2) ma era nell'aria già da parecchio tempo. E' stata la cenerentola del torneo, qualche exploit, un Maggio molto positivo che sembrava in grado di cambiare le cose, ma poi il nulla: basta guardare i numeri per rendersi conto di quanto sia stato negativo per Gunma questo 2017.  Non resta che augurare un pronto ritorno in JLeague2, ma non sarà facile. 

NOTE POSITIVE

Difficile trovarne: forse solo l'inserimento del centravanti Kang (comunque tardivo) che con 10 reti in 22 gare ha dato un minimo di pericolosità offensiva, ma anche qui poca roba perchè nessuno fa miracoli. Non male l'apporto di Kazuma Takai e del giovane Yuki Okaniwa (22 anni) che però difficilmente resteranno a Gunma anche in JLeague3.

NOTE NEGATIVE

Difesa colabrodo, per trovare statistiche simili è necessario rifarsi ai Vortis del 2006 (92 reti subite) o allo stesso Thespa del 2005 che anche in quel torneo concluse con la poco edificante differenza reti di -56!. Attacco molto fiacco sin da subito, con 9 reti segnate nelle prime 14 giornate, un problema mai risolto nel corso della stagione nonostante l'acquisto di Kang (vedi sopra). Negativo anche il centrocampo anche se a conti fatti è stato il reparto "meno catastrofico" con il già citato Okaniwa e l'esperto Yuki Matsushita. Sotto l'aspetto individuale ci si aspettava molto di più dall'esterno brasiliano Matheus e dal centrocampista Sho Murata, da più parti considerati sicuri titolari alla vigilia del torneo ma che alla fine hanno giocato pochissimo offrendo un contributo alla causa praticamente nullo. 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
7     67   18 13 11   71 45 +26  

D.Watari 23

   D.Watari   N.Asceric    T.Sugimoto

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in casa da Gifu Fc per 0-3

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Campionato 

NOTE POSITIVE

Stagione meravigliosa per Daiki Watari, 24enne attaccante 

NOTE NEGATIVE

Brucia parecchio l'eliminazione in Coppa patita in casa contro

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
7,5     70   20 10 12   69 49 +15  

D.Vieira 18

   A.Ibayashi   Playoffs   K.Watanabe

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in trasferta da JEF United per 1-0 

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Mezzo punto in più perché senza 

NOTE POSITIVE

Lotina ha implementato uno schema di gioco chiaro 

NOTE NEGATIVE

Troppa incostanza. La squadra è abbastanza giovane e manca 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
8     80   24 8 10   59 41 +18  

Delgado 11

   D.Inui   C.Imperatore   H.Onaga

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in trasferta da Montedio Yamagata ai supplementari per 1-0 

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Torneo di vertice sin dalle prime battute, qualche incertezza in estate, ma dopo la meritata sconfitta subita sul campo dei Tokyo Verdy (2-1 il 20 Agosto) il V.Varen Nagasaki ha iniziato a volare interpretando un finale di campionato assolutamente strepitoso con 10 vittorie e 3 pareggi nelle ultime 13 gare: un' ascesa talmente prepotente da gettare scompiglio in testa alla classifica scalzando le due "corazzate" Nagoya e Fukuoka, costrette a quel punto a disputare i playoffs. Troppo prematura invece l'eliminazione in Coppa dell'Imperatore, unico nota negativa della stagione.

NOTE POSITIVE

Club in costante crescita che solo 5 anni fa militava ancora in JFL. L'allenatore Takuya Takagi assumeva l'incarico proprio con l'esordio del V.Varen Nagasaki in JLeague2 nel 2013 ed ha indubbiamente dei meriti nello sviluppo della squadra. Formazione abbastanza giovane con prospettive interessanti in tutti i reparti: sugli scudi in questo 2017 il centravanti spagnolo Juanma Delgado che in Giappone si è integrato benissimo (complimenti perché non è sempre facile), il centrale difensivo Daichi Inui, autore di 4 reti e trave portante di un reparto arretrato che subendo pochissimo è stato la chiave di volta della promozione, il portiere Takuya Masuda, i centrocampisti Ryutaro Iio (a destra) e Yusuru Shimada (mediano) e il trequartista Takashi Sawada. Infine doverosa citazione per il giovane Hijiri Onaga, 22 anni, che al primo campionato della carriera ha destato una grande impressione: giocatore piuttosto duttile, destro naturale ma in grado di agire efficacemente a centrocampo su entrambe le fasce, ha trovato la sua collocazione migliore sulla sinistra dove il tecnico Takuya Takagi lo ho proposto con continuità, ricevendo in cambio prestazioni di buonissimo livello, condite anche da gol (4) e assist (5). L'incognita per tutti questi giocatori sarà l'approccio alla categoria superiore che richiede un rendimento di qualità differente e solo in pochi possono vantare una minima esperienza in termini di minutaggio e presenze in JLeague1, senza contare che alcuni non ci hanno mai giocato.

NOTE NEGATIVE

Stesso discorso fatto per lo Shonan Bellmare: individuare negatività dopo un torneo simile è molto complicato. Come già accennato l'eliminazione in Coppa dell'Imperatore non è stata bella visto che l'avversario era ampiamente alla portata, ma il colpo di testa di Senuma a pochi minuti dalla fine dei supplementari non ha dato modo a Nagasaki di organizzare una reazione: certo poi magari sarebbe uscita lo stesso ai rigori però in quel caso la valutazione della partita sarebbe stata differente. L'unica ombra che cala su questo club è forse quella di aver bruciato le tappe troppo in fretta in relazione alle effettive potenzialità della squadra: in parole povere può essere che questa promozione sia arrivata clamorosamente in anticipo rispetto ai più lusinghieri programmi societari cogliendo un po' di sorpresa una realtà non adeguatamente preparata. Non ci sarà troppo da stupirsi se Nagasaki vivrà da "cenerentola" il suo primo campionato di JLeague1 e subirà una precoce retrocessione: allo stesso tempo club e tifosi non dovranno disperarsi ma viverla come un premio all'ottimo lavoro svolto fino ad ora e sfruttarla per fare esperienza in vista di un nuovo approdo, magari programmato con la dovuta tempistica e i giusti mezzi per dare battaglia nella categoria superiore.

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS  D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6+   10   63   17 12 13   60 49 +11  

Laajab 25 

   T.Nakazato   Killer instinct   C.G. Jeong

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 2°Turno in trasferta da Zweigen Kanazawa per 2-0

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Playoffs a lungo 

NOTE POSITIVE

La base è buona p

NOTE NEGATIVE

E' mancato lo spunto 

 

 

Voto   #   Pts   V N P   GF GS D  

Top Scorer

  Key Player   La delusione   La promessa
6   17   49   13 10 19   49 67 -18  

K.Sato  16 

  K.Nakami   K.Yamafuji   H.Ohashi

COPPA DELL'IMPERATORE 

Eliminato al 3°Turno in trasferta da Vissel Kobe per 3-1

 

COMMENTO ALLA STAGIONE

Stagione positiva, soprattutto se

NOTE POSITIVE

Su tutte il centravanti Koichi Sato 

NOTE NEGATIVE

Kenta Yamafuji, titolare indiscusso nel 2016