J.LEAGUE1 2019

 
CAMPIONE DEL GIAPPONE

VEDI QUI LA PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA


 Posto CAMPIONE DEL GIAPPONE e qualificata alla ACL YOKOHAMA F.MARINOS                        
 Posto Qualificata alla ACL  FC TOKYO
3° Posto Qualificata alla ACL  KASHIMA ANTLERS
Playout Vincente Playout SHONAN BELLMARE
17° Posto Retrocessa direttamente in J2 MATSUMOTO YAMAGA
18° Posto Retrocessa direttamente in J2 JUBILO IWATA

 

VEDI QUI L'ANALISI DELLA STAGIONE J1 SQUADRA PER SQUADRA

 


COMMENTO STAGIONE 

La JLeague 2019 prende il via il 22 Febbraio (con l'anticipo Cerezo-Kobe 1-0) e nelle prime giornate fa registrare lo spunto dei Grampus che vincono le prime 3 gare e si portano in testa tallonati da Tokyo: l'exploit di Nagoya però si ferma quasi subito perché la squadra cala progressivamente fino a spegnersi completamente nel girone di ritorno sfiorando addirittura la zona retrocessione. l' Fc Tokyo invece è tutt'altro che un fuoco di paglia e legittima la presenza al vertice con un ritmo impressionante che la porta a chiudere da capolista il girone di andata con 5 punti di vantaggio sui Frontale campioni in carica che hanno avuto un inizio molto incerto: Kawasaki punta al 3° titolo consecutivo senza nascondersi ma il calendario fitto di impegni, tra i quali un girone di Asian Champions League particolarmente equilibrato, non agevola certo la freschezza atletica e la gestione delle energie fisiche e mentali e bisogna attendere la primavera e l'eliminazione dalla massima competizione continentale per ritrovare i Frontale ammirati nelle stagioni precedenti. Il primo scorcio di stagione premia anche i Yokohama F.Marinos, tornati a respirare l'aria di alta classifica, i Kashima Antlers che ha però stanno per perdere molto del proprio potenziale offensivo con le imminenti cessioni di Yuma Suzuki e Hiroki Abe destinati a raggiungere club europei (rispettivamente St.Truiden e Barcellona) e la sorprendente Oita Trinita che da neopromossa sta disputando un bellissimo torneo mostrando un calcio divertente ed efficace con rapide verticalizzazioni e azioni spettacolari, il tutto con interpreti che il tecnico Katanosaka ha iniziato a plasmare in J2. Più in difficoltà Urawa, Cerezo e Kobe, da tutti pronosticate nelle prime posizioni ma in realtà impantanate a centro classifica con il deludente Gamba. Malissimo Iwata, ultima, e il Sagan Tosu che dopo l'addio di Ficcadenti sta vivendo un periodo nero e si ritrova a battagliare con la neopromossa Yamaga per evitare la retrocessione.

Il girone di ritorno vede la conferma al vertice di Tokyo che in Agosto arriva ad accumulare un vantaggio di ben 7 punti (22° giornata) con Frontale, Antlers e F.Marinos che tentano l'inseguimento ma finiscono per scannarsi tra loro favorendo la fuga rossoblù: Kawasaki non riesce più a vincere, Kashima sta provando a reagire con il collettivo alle pesanti cessioni e Yokohama deve tornare sul mercato per far fronte all'infortunio del centravanti Edigar Junio capocannoniere del torneo. La prima a sfilarsi è sorprendentemente proprio Kawasaki, distratta dalle Coppe Nazionali, mentre Kashima e Yokohama provano a tenersi aggrappate a Tokyo che però vola. All'inizio dell'autunno il campionato rallenta, si comincia a giocare spesso ogni 2 settimane per agevolare gli impegni delle squadre nelle Coppe Nazionali e nello specifico per favorire il cammino di Urawa in ACL con anticipi e posticipi che spesso rischiano di spezzare il ritmo a tutti. E' quello che accade a Tokyo che improvvisamente crolla perdendo a Kashima, pareggiando 0-0 a Matsumoto e perdendo di nuovo a Tosu, 1 punto in 3  turni e la sconfitta nello scontro diretto scalzano i rossoblù dalla vetta della graduatoria: alla 28°Giornata Kashima è 1° con 55 punti, Tokyo 2° con 53 e Yokohama, che nel frattempo le sta vincendo tutte, 3° a quota 52: saranno loro a giocarsi la JLeague 2019 perché dietro ormai hanno mollato tutte.

La giornata cruciale è la 32° visto che Yokohama sbanca Matsumoto (0-1 rete di Nakagawa dopo soli 2' di gioco) e per la prima volta nel torneo vola in testa da sola mentre Kashima pareggia 0-0 a Hiroshima e Tokyo balbetta in casa con lo Shonan (1-1). I F.Marinos fanno paura perché stanno tenendo un ritmo difficilmente contrastabile, nessuno riesce a fermarli (l'unica gara chiusa in pareggio è stata a Sendai con il gol subito al 90' da Nagato) ed ora sono padroni del proprio destino: basterà non perdere per laurearsi campioni. Nella 33°Giornata Tokyo deve vincere con Urawa per sperare ancora e provare a sgambettare i F.Marinos nello scontro diretto dell'ultima giornata ma purtroppo non va oltre il pareggio (1-1), Kashima esce definitivamente di scena perdendo 1-3 in casa contro il Vissel Kobe di Iniesta mentre Yokohama asfalta i Frontale al Todoroki con un 1-4 che rappresenta un ideale passaggio di consegne. I tifosi F.Marinos esultano, solo la matematica li separa dal titolo anche se Tokyo per vincere dovrebbe battere Yokohama con 8 gol di scarto, numeri impraticabili che di fatto assegnano il patch dorato dei campioni J1 sulla spalla delle maglie tricolori. Per Tokyo è una mezza beffa, ha disputato la miglior stagione di sempre, è stata a lungo capolista solitaria ma resta con un pugno di mosche in mano. L'epilogo non si discosta molto dalla pronostici della vigilia perché al Nissan Stadium i YOKOHAMA F.MARINOS, in uno strabiliante stato di forma, non fanno calcoli e rifilano un netto 3-0 a Tokyo laureandosi Campioni del Giappone per la 4°volta.

Il popolo tricolore torna a sollevare gli ombrelli (ormai un mitico segnale di vittoria) assaporando un successo inimmaginabile a Febbraio e per questo ancora più bello e sentito. I Yokohama F.Marinos sono stati certamente la rivelazione di questo 2019 mentre la delusione più grande è arrivata senza dubbio dal campionato del Jubilo Iwata che non è riuscito ad evitare la retrocessione, assolutamente meritata, e dopo 4 anni si ritrova di nuovo in J2 insieme al Matsumoto Yamaga che però ha venduto cara la pelle nella sua prima apparizione nella massima divisione nipponica.

La lotta playout è stata invece molto accesa e si è risolta solo all'ultima giornata con Urawa e Nagoya, entrambe a 37 punti, che perdono ma si salvano, mentre Sagan Tosu e Shonan Bellmare chiudono appaiate a quota 36: la differenza reti condanna però il club di Hiratsuka (-21 contro -23) che per restare in J1 deve battere i Tokushima Vortis che hanno vinto, anche in questo caso un po' a sorpresa, i playoffs di J2. La gara si gioca il 14 Dicembre, Bellmare che parte favorito per il vantaggio del fattore campo, per la possibilità di poter gestire 2 risultati su 3 e per la maggiore caratura della rosa, Vortis senza nulla da perdere e pronti al colpaccio. Queste le premesse che accompagnano le squadre all’ingresso in campo nella cornice di un gremito Shonan BMW Stadium: finisce 1-1, vantaggio Vortis al 20' (rete di Tokuma Suzuki) e pareggio Bellmare al 64' (gol di Temma Matsuda), Tokushima vorrebbe provarci ma non ha le armi adatte ad impensierire gli avversari, troppo superiori, che si limitano a gestire minuti e punteggio arrivando al 90' senza danni.

 

J.LEAGUE 1  -  CLASSIFICA FINALE 2019

 CLICCA SUL NOME PER ACCEDERE ALLA PAGINA DEDICATA ALLA SINGOLA SQUADRA CON TUTTE LE INFORMAZIONI

Pos Squadre Pts   G   V N P   GF GS DIFF  
01  YOKOHAMA F.MARINOS 70   34   22 4 8   68 38 +30 ACL
02  FC TOKYO 64   34   19 7 8   46 29 +17 ACL
03  KASHIMA ANTLERS 63   34   18 9 7   54 30 +24 ACL
04  KAWASAKI FRONTALE 60   34   16 12 6   57 34 +23  
05  CEREZO OSAKA 59   34   18 5 11   39 25 +14  
06  SANFRECCE HIROSHIMA 55   34   15 10 9   45 29 +16  
07  GAMBA OSAKA 47   34   12 11 11   54 48 +6  
08  VISSEL KOBE 47   34   14 5 15   61 59 +2  
09  OITA TRINITA 47   34   12 11 11   35 35 0  
10  H.CONSADOLE SAPPORO 46   34   13 7 14   54 49 +5  
11  VEGALTA SENDAI 41   34   12 5 17   38 45 -7  
12  SHIMIZU S.PULSE 39   34   11 6 17   45 69 -24  
13  NAGOYA GRAMPUS 37   34   9 10 15   45 50 -5  
14  URAWA REDS 37   34   9 10 15   34 50 -16  
15  SAGAN TOSU  36   34   10 6 18   32 53 -21  
16  SHONAN BELLMARE 36   34   10 6 18   40 63 -23 OUT
17  MATSUMOTO YAMAGA 31   34   6 13 15   21 40 -19 RET
18  JUBILO IWATA  31   34   8 7 19   29 51 -22 RET
                               squadra Campione del Giappone e qualificata in ACL
      squadre qualificate alla ACL Asian Champions League
      squadra costretta ai Playout Retrocessione in J2
           

squadre retrocesse direttamente in J2 


J.LEAGUE 1  -  TOP SCORERS 2019

1           MARCOS JUNIOR (Brasile)  Yokohama F.Marinos           15 reti
2           NAKAGAWA Teruhito Yokohama F.Marinos 15 reti
3           DOUGLAS (Brasile)  Shimizu S.Pulse 14 reti
4           DIEGO Oliveira (Brasile) Fc Tokyo 14 reti
5           KOBAYASHI Yu Kawasaki Frontale 13 reti
6           DAVID VILLA (Spagna)
Vissel Kobe 13 reti
7           SUZUKI Musashi H.Consadole Sapporo 13 reti
8           SERGINHO (Brasile) Kashima Antlers 12 reti
9           KOROKI Shinzo Urawa Reds 12 reti
10           EDIGAR JUNIO (Brasile) Yokohama F.Marinos 11 reti

 JLEAGUE1  -  BEST 11


 
 TABELLA RISULTATI 

 Nella colonna a sinistra le gare giocate in casa, nelle colonne verticali quelle giocate in trasferta.

JL1 BEL CER CON FCT GAM HIR JUB KAS KAW NGR REY SSP TOS URA VEG VVA VIS YFM
BEL -- 1-1 2-2 0-0 1-0 0-2 1-0 2-1 0-0 0-0 1-2 0-0 1-1 2-1 1-3 2-1 0-2 0-1
CER 2-1 -- 3-3 1-0 0-1 0-1 1-1 0-2 2-1 0-1 0-3 3-1 2-1 1-1 2-1 3-1 1-1 1-1
CON 2-1 1-1 -- 3-2 2-0 2-2 0-0 0-2 1-2 3-0 1-2 1-3 2-1 1-2  1-0 2-1 3-1 2-1
FCT 1-0 0-1 0-0  -- 3-2 3-1 0-0 2-1  0-2 3-2 0-1 0-2 0-0 1-1 0-1 0-1  1-0 5-2
GAM 1-0 1-0 1-1 2-1 -- 1-0 2-0 1-1 2-0 2-3 2-2 1-2 3-0 0-0 1-0 2-1 0-1 2-1
HIR 2-2 0-2 1-0 1-1 4-0 -- 0-0 3-1 1-2 1-2 0-3 2-0 1-0 1-4 0-1 2-0 2-0 3-1
JUB 1-0 1-1 0-2 2-0 1-1 3-2 -- 3-3 0-3 1-6 2-0 0-0 1-0 2-1  3-2 1-2 0-2 1-2
KAS 2-1 1-0 0-0 1-2 1-0 0-1 1-1 -- 0-0 2-0 6-2 1-0 0-0 1-0 1-2 2-1 1-1 1-0
KAW 1-1 1-2 7-0 0-2  2-0 0-1 2-1 4-1 -- 3-1 3-0 3-0 0-0 0-2 1-0 1-0 5-3 2-0
NGR 2-2 0-0 1-2 1-2 3-2 0-0 1-0 4-2 0-1 -- 2-3 1-3 3-0 4-1 2-3 3-4 1-2 1-1
REY 1-2 1-1 1-2 0-1 4-2 0-1 1-2 2-3 1-2 0-1 -- 2-3 1-1 1-0 0-2 5-1 2-1 2-0
SSP 4-2 3-0 1-2 0-1 1-2 2-0 5-1 0-0 1-2 2-0 2-1 -- 1-0 3-3 1-1 0-1 3-3 0-1
TOS 0-1 1-0 1-2 0-0 3-0 1-0 0-0 0-1 0-2 3-2 1-2 3-1 -- 1-0 0-1 1-0 1-1 2-1
URA 0-1 1-2 0-0 3-2 1-3 1-2 4-0 3-1 2-0 3-1 3-2 2-1 0-0 -- 1-0 0-0 4-0 0-1
VEG 4-1 2-2 2-2 1-0 2-1 1-3 0-3  0-3 0-0 1-2 1-0 2-1 2-3 1-1 -- 1-0 1-1 2-8
VVA 1-2 0-2 2-3 2-5 3-0 0-2 0-0 1-2 1-2 3-0 1-0 4-4 2-2 1-1 1-0 -- 0-1  0-1
VIS 0-3 2-0 4-0 0-0 1-2 1-1 2-1 0-5 1-2 3-0 1-0 2-4 0-0 2-3 3-2 1-1 -- 0-2
YFM 4-4 1-2 2-1  0-1 1-1 1-4 1-3 3-0 1-1 1-2 3-1 1-2 1-2 1-2 5-2 5-2 1-2 --

                                                LEGENDA ABBREVIAZIONI SQUADRE JLEAGUE1 2018

  BEL - SHONAN BELLMARE NGR - NAGOYA GRAMPUS
                  CER - CEREZO OSAKA REY - KASHIWA REYSOL
  CON - CONSADOLE SAPPORO SSP - SHIMIZU S.PULSE
  FCT - FC TOKYO TOS - SAGAN TOSU
  GAM - GAMBA OSAKA URA - URAWA REDS
  HIR - SANFRECCE HIROSHIMA VEG - VEGALTA SENDAI
  JUB - JUBILO IWATA VVA - V.VAREN NAGASAKI
  KSM - KASHIMA ANTLERS   VIS - VISSEL KOBE
  KAW - KAWASAKI FRONTALE YFM - YOKOHAMA F.MARINOS