IL COMMENTO ALLA 18°GIORNATA

Foto Wikimedia Commons di yoppy from Kawasaki, Kanagawa, Japan (R1068484) [CC BY 2.0(http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)]

di Mario A. Persegani

Il big match di questa 18° Giornata (prima di ritorno) ha visto trionfare il Cerezo Osaka che torna a occupare il primo posto in classifica. La nuova capolista affrontava al Kincho Stadium i Kashiwa Reysol in una gara che sin dalla vigilia prometteva spettacolo ed emozioni: la partita non ha tradito le attese, equilibrata, combattuta con le due squadre ad affrontarsi a viso aperto, entrambe consapevoli di poterla vincere. I primi a passare sono i Reysol che al 41' confezionano una rete spettacolare: Cristiano riceve palla poco oltre la metà campo, la controlla rapidamente e quando alza la testa vede l’inserimento centrale di Taketomi che “detta” il passaggio verticale in area di rigore, il brasiliano calibra un cross a rientrare sul quale Taketomi si getta di testa in tuffo “alla Bettega” e insacca. Bello il gol, bello il gesto atletico ma l’assist di Cristiano merita di essere sottolineato per la precisione millimetrica, la genialità e soprattutto per il tocco: è indubbio che questo giocatore sia il valore aggiunto di Kashiwa e il miglior straniero della J.League. La ripresa vede protagonisti ancora i gialloneri che però sprecano molto, colpiscono un clamoroso palo con il solito Cristiano al 55’ e lasciano una chance al Cerezo che, da grande squadra, la sfrutta subito: prima trova il pareggio al 61’ con il giovane centravanti Sugimoto, sempre pericoloso (e che si conferma sempre più elemento interessante e da seguire) e poi al 69’ con il centrocampista Souza, abile a girare a rete di piatto destro un cross basso di Mizunuma. Per i Reysol è un (doppio) colpo durissimo, abbozzano una reazione ma si capisce che ormai la gara ha preso la direzione di Osaka. Alla fine risultato giusto per quanto espresso in campo: due squadre competitive, ben costruite e che potranno dire la loro fino in fondo.

Molto bella anche la partita del Best Amenity dove il Sagan Tosu ha provato a far valere cuore e fattore campo mettendo in difficoltà i temibili Kawasaki Frontale chiudendo addirittura il primo tempo sul 2-0. Purtroppo per Tosu in questo momento i Frontale sono la squadra più difficile da affrontare di tutto il Giappone, infatti nella ripresa si scatenano con una reazione veemente e in 6 minuti ribaltano le sorti dell’incontro portandosi a casa i 3 punti che valgono il terzo posto in classifica. Per il Sagan un crollo rapido e improvviso sul quale Massimo Ficcadenti dovrà lavorare: tutte e tre le reti ospiti sono maturate sfondando la fascia destra di Tosu e mettendo in mezzo palloni molto insidiosi che poi sono finiti in rete senza che la difesa potesse adottare le adeguate contromisure.

Gli Antlers campioni in carica conquistano un buon punto in rimonta a Tokyo, un pareggio che tutto sommato ci sta considerando il duro impegno infrasettimanale sul campo del Gamba (vittoria per 0-1) e il prossimo turno di Coppa dell’Imperatore in programma mercoledì. La rimonta di Hiroshima è invece fatale ai F.Marinos che già pregustavano il sesto successo consecutivo. Per una volta i Sanfrecce (in tenuta giallo-fluo) riescono a reagire al gol di N.Maeda all’82’ e seppur in tempi strettissimi si compattano e trovano l’1-1 con Anderson Lopes al 90’: che sia il tanto atteso episodio spartiacque in grado di cambiare finalmente le sorti di una stagione sin qui disastrosa? Hiroshima era alla ricerca di una scintilla, di una circostanza (anche fortuita) che permettesse di voltare radicalmente pagina e attorno alla quale costruire una stagione “diversa”: la speranza è che possa averla trovata a Yokohama e che possa portare rapidamente i viola fuori dalla zona retrocessione.

Male il Gamba che perde due gare in quattro giorni: la prima difficile in casa contro Kashima e la seconda facile contro lo Shimizu S.Pulse presentandosi a Shizuoka spenta, spompata e subendo la verve dei padroni di casa: vero che il tecnico Hasegawa è ricorso a un ampio turnover ma per una squadra che ha certe ambizioni queste sono partite da vincere o quantomeno da non perdere.

Bisogna cominciare a tenere d’occhio anche il Jubilo Iwata che senza farsi troppo notare insiste ad accodarsi al treno delle grandi: quella con Kofu è stata la sesta vittoria consecutiva, la quarta in casa e la terza senza subire reti, tutti segnali che non si tratta di un fuoco di paglia e che la squadra c’è.  EFFETTO PODOLSKI - Torna a vincere (e a segnare) il Vissel Kobe che davanti ai neo acquisti Podolski (vestirà la maglia numero10) e Havenaar (la numero 9) si sbarazza del Vegalta con un secco 3-0: sugli spalti enormi striscioni di benvenuto (anche in tedesco) per "Poldi " che nello Hyogo è già un idolo.

L’Omiya Ardija spreca una importantissima occasioni per uscire dalla zona retrocessione facendosi rimontare al Nack5 Stadium (nella foto) del Consadole che mantiene così inalterate le distanze in classifica. Se gli scoiattoli vogliono salvarsi devono essere più cinici e concreti in queste occasioni, non si può gettare al vento una partita così, peraltro dopo aver trovato il doppio vantaggio in tre minuti e con l’avversario palesemente in difficoltà. L’Omiya si è seduta, forse anche inconsciamente, e ha permesso la rimonta a Sapporo che ha capitalizzato al meglio due punizioni dal limite concesse con superficialità dai padroni di casa. Da sottolineare in entrambi i casi l’impeccabile esecuzione di Fukumori che però non deve sorprendere visto che stiamo parlando di uno dei migliori tiratori da fermo del torneo: non siamo ai livelli di Shunsuke Nakamura, questo va precisato, ma certamente quando si affronta Sapporo è meglio evitare di concedere inutili punizioni da distanza ravvicinata. 

Sempre ultima e sulla via della J.League2 Niigata prima si illude a Saitama ma poi deve arrendersi allo strapotere degli Urawa Reds che vincono ma faticando oltre il lecito: la gara è un'assedio totale, prima del fortunoso vantaggio Albirex e soprattutto dopo con i padroni di casa che aggrediscono gli avversari e alla fine guadagnano meritatamente i tre punti. In questo periodo però i Reds sono troppo farraginosi, a tratti prevedibili: la vittoria è la logica conseguenza della nettissima differenza di valori in campo, ma oggi contro un team più competitivo avrebbero incontrato maggiori difficoltà e probabilmente concesso anche qualche punto.

 

J.LEAGUE 1                                 RISULTATI GIORNATA 18

SHIMIZU S-PULSE

 28' Matsubara  39' Kamata

 

2 - 0

 

 

GAMBA OSAKA

 

OMIYA ARDIJA

 47' Omae  50' Esaka

 

2 - 2

 

 

H.CONSADOLE SAPPORO

81' e 96' Fukumori  

FC TOKYO

44' e 48' Hashimoto 

 

2 - 2

 

 

KASHIMA ANTLERS

17' e 76' Pedro Junior

YOKOHAMA F.MARINOS

 82' N.Maeda

 

1 - 1

 

 

SANFRECCE HIROSHIMA

90' Anderson Lopes

JUBILO IWATA

14' Kawamata 

 

1 - 0

 

 

VENTFORET KOFU

 

CEREZO OSAKA

61' K.Sugimoto  69' Souza  

 

2 - 1

 

 

KASHIWA REYSOL

41' Taketomi 

VISSEL KOBE

29' Mihara  31'Watanabe  65' Nilton 

 

3 - 0

 

 

VEGALTA SENDAI

 

SAGAN TOSU

                             38' rig. Harakawa  42' Cho

 

2 - 3

 

 

KAWASAKI FRONTALE

56' Taniguchi  58'Elsinho  62' Kobayashi

URAWA REDS

74' Abe   80' Rafael Silva

 

2 - 1

 

 

ALBIREX NIIGATA

34' Koizumi 

CLICCA SUL NOME PER ACCEDERE ALLA PAGINA DEDICATA ALLA SINGOLA SQUADRA CON TUTTE LE INFORMAZIONI

J.LEAGUE 1                                        CLASSIFICA GIORNATA 18
Pos Squadre Pts   G   V N P   GF GS DIFF
01  CEREZO OSAKA 38   18   11 5 2   35 16 +19
02  KASHIMA ANTLERS 36   18   12 1 5   28 19  +9
03  KAWASAKI FRONTALE 35   18   10 5 3   33 17 +16
04  KASHIWA REYSOL 34   18   11 1 6   27 19 +8
05  YOKOHAMA F.MARINOS 33   18   10 3 5   23 15 +8
06  GAMBA OSAKA 32   18   9 5 4   31 18 +13
07  JUBILO IWATA 31   18   9 4 5   25 15 +10
08  URAWA REDS 29   18   9 2 7   43 30 +13
09  VISSEL KOBE  26   18   8 2 8   20 22 -2
10  FC TOKYO  25   18   7 4 7   24 21 +3
11  SAGAN TOSU 24   18   6 6 6   21 22 -1
12  SHIMIZU S.PULSE  21   18   5 6 7   21 25 -4
13  VEGALTA SENDAI  21   18   6 3 9   22 35 -13
14  VENTFORET KOFU  16   18   3 7 8   10 19 -9
15  H.CONSADOLE SAPPORO 16   18   4 4 10   16 28 -12
16  OMIYA ARDIJA 
15   18   4 3 11   16 32 -16
17  SANFRECCE HIROSHIMA 11   18   2 5 11   16 31 -15
18  ALBIREX NIIGATA  8   18   2 2 14   12 39 -27
GIALLO   squadra che accede direttamente alla Finale per il titolo.
VERDE   squadre che accedono ai playoff per il titolo.
ROSA  

squadre retrocesse direttamente in J.League 2 


J.LEAGUE 1                                PROSSIMA GIORNATA    

H.CONSADOLE SAPPORO

 

-

 

URAWA REDS

 

KASHIMA ANTLERS

 

-

 

VENTFORET KOFU

 

KAWASAKI FRONTALE

 

-

 

JUBILO IWATA

 

YOKOHAMA F.MARINOS

 

 

SHIMIZU S-PULSE

 

GAMBA OSAKA

 

-

 

CEREZO OSAKA

 

VISSEL KOBE

 

-

 

OMIYA ARDIJA

 

VEGALTA SENDAI

 

-

 

KASHIWA REYSOL

 

SANFRECCE HIROSHIMA

 

-

 

SAGAN TOSU

 

FC TOKYO

 

-

 

ALBIREX NIIGATA

                                             


J.LEAGUE 1                               TABELLA RISULTATI 2017

Nella colonna a sinistra le gare giocate in casa, nelle colonne verticali quelle giocate in trasferta.

 JL1 ALB CER CON FCT GAM JUB KSM KSW KAW OMI SAG SAN SSP  URA VEG VEN VIS  YFM
ALB -    1-0 0-3 2-3  0-2   0-1   1-2      0-2 1-6        
CER 4-0 -    3-1 2-2 0-0    2-1 2-0   1-0  5-2 1-1         2-0 
CON   1-1   - 2-1 0-2       1-1 1-0   2-1 1-0       1-2  
FCT       -      2-2 1-2 3-0  2-0  3-3  1-0    0-1   1-1   0-1
GAM       3-0   -   0-1   1-1 6-0 3-0 0-1 1-1 1-1        
JUB     2-2 2-0 3-0 -    0-2 0-2    2-1   3-1    0-1 1-0    
KSM 2-0 0-1 3-0 0-1    0-3  -   0-3   2-1           1-2 1-0 
KSW   1-0 2-1   1-3    2-3  -   4-2     0-2 1-0 0-1      2-0
KAW 3-0             2-1   -   1-1  1-0 2-2 4-1   1-1 5-0  
OMI   0-3 2-2     1-2  0-1    0-2   - 1-1     1-0 2-1   0-2 1-2
SAG 3-0   1-0         1-3  2-3   -  1-0    2-1 1-1   1-0 1-0
SAN 1-1          0-0 1-3 0-2   0-3   -  0-1      3-3 1-1 0-1
SSP       0-2 2-0   2-3      1-1 1-1   -    0-3 1-0 0-1  1-3
URA

2-1

3-1  3-2     2-4 0-1         4-3 3-3 -  7-0  4-1    
VEG 2-1 2-4 1-0  0-2     1-4   0-2            -  3-0 0-2   
VEN 0-2 1-1 2-0   2-3 0-0 0-1  0-0   1-0  0-0 1-2       -     
VIS 2-1  1-2   1-1 0-1 1-0    1-2           1-3  3-0 0-1 -   
YFM 1-1   3-0    0-1 2-1     2-0     1-1   3-2  1-1 1-0 2-0 - 
                   ALB - ALBIREX NIIGATA OMI - OMIYA ARDIYA
    CER - CEREZO OSAKA SAG - SAGAN TOSU
  CON - CONSADOLE SAPPORO SAN - SANFRECCE HIROSHIMA
  FCT - FC TOKYO SSP - SHIMIZU S-PULSE
  GAM - GAMBA OSAKA URA - URAWA RED
  JUB - JUBILO IWATA VEG - VEGALTA SENDAI
  KSM - KASHIMA ANTLERS   VEN - VENTFORET KOFU
  KSW - KASHIWA REYSOL VIS - VISSEL KOBE
  KAW - KAWASAKI FRONTALE YFM - YOKOHAMA F.MARINOS