IL COMMENTO ALLA 12° GIORNATA

( 18 - 19 Maggio 2019 )

Foto Wikimedia Commons di Waka77 (CC0)

di Mario A.Persegani 

Turno di campionato caratterizzato dal derby di Osaka, partita di elevato interesse per tutti gli sportivi nipponici, sentitissima in tutto il Kansai e da entrambe le tifoserie, quella del Cerezo in modo particolare visto che i sakura non vincono un derby di campionato dal 2012 (17 Marzo, finì 2-1) e che l’ultimo successo in assoluto risale alla semifinale di Coppa di Lega 2017 (poi vinta). Il Gamba vive un momento difficile e il derby potrebbe essere la giusta occasione per rilanciarsi. Nella splendida cornice del Suita Football Stadium (nella foto) la gara non ha tradito le attese: supporters impegnati a superarsi a livello coreografico, squadre che si affrontano a viso aperto, partita ben giocata con i padroni di casa più inclini alla costruzione manovrata e ospiti più portati al lancio lungo alla ricerca della punta, pronta a scattare sul filo del fuorigioco, una tattica che funziona perché la prima grande occasione scaturisce proprio da un’azione di questo tipo con Toshiyuki Takagi che controlla benissimo ma si fa ipnotizzare da Higashiguchi che neutralizza in due tempi la conclusione dell’attaccante. Il Gamba risponde con Hwang che approfitta di uno scriteriato retropassaggio di Jonjic per presentarsi solo davanti a Kim: la posizione defilata del centravanti nerazzurro aiuta il portiere che chiude lo specchio respingendo il tiro d’istinto con il piede destro. In apertura di ripresa l’equilibrio si spezza: Takae riceve un pallone sulla destra, si accentra e sembra cercare il tiro, la difesa istintivamente converge su di lui che però si inventa un assist premiando la penetrazione in area di Kurata che controlla di sinistro a seguire e di destro spara un missile che si insacca alle spalle di Kim, il tutto sotto la curva nerazzurra in visibilio. Il Cerezo accenna una reazione, si porta in avanti ma è costretto a lasciare ampi spazi e solo l’imprecisione di Ademilson, mirabilmente innescato da Hwang, impedisce ai padroni i casa di raddoppiare. I tentativi ospiti di pervenire al pareggio si infrangono sulla retroguardia del Gamba, che nel frattempo ha serrato le fila chiudendosi a difesa del risultato: l’occasione giusta capita a Kakitani che sfrutta l’unica indecisione della difesa per andare al tiro ma Higashiguchi (tra i migliori) blocca con sicurezza la sfera. La gara si chiude qui, il Gamba Osaka vince il 3°derby di fila (tutti per 1-0), si porta a soli 3 punti dal rivali e abbandona la zona retrocessione.

In testa alla classifica troviamo sempre Tokyo che batte Sapporo e allunga sulle inseguitrici: Kawasaki e Nagoya pareggiano 1-1 mentre l’Oita si fa bloccare in casa dal fanalino di coda Shimizu. Tokyo porta così a 6 i punti di vantaggio, un distacco che inizia a diventare significativo e che permette ai rossoblù di guardare con una certa serenità al calendario, che si presenta piuttosto impegnativo: da segnalare la 2°rete consecutiva di Takefusa Kubo, 17enne del quale avevamo già parlato la scorsa settimana.

Prestazione super dei Kashima Antlers che rifilano una manita al malcapitato Matsumoto, mai in partita, letteralmente sommerso di occasioni al punto che il risultato avrebbe potuto assumere contorni da record. Benissimo anche i Yokohama F.Marinos che, dopo la batosta subita la scorsa settimana (3-0 dal Cerezo), rialzano la testa surclassando 4-1 il Vissel Kobe all’8° sconfitta consecutiva. La squadra di Hiroshi Mikitani non riesce proprio a ingranare, ormai la situazione di classifica è preoccupante: 10 punti in 12 gare, come Tosu e Vegalta (club che non possono minimamente competere con il Vissel in termini di budget) e con un solo punto di vantaggio sullo Shimizu, ultimo. Le assenze di Podolski e Andres Ineista, fermi a box per infortunio, sono indubbiamente pesanti, ma la rosa allestita da Kobe è comunque di qualità e di certo non lasciava presupporre un simile rendimento: il recente cambio di allenatore non ha giovato, anzi, e ora toccherà alla dirigenza se non allo stesso Mikitani trovare il modo di invertire la rotta. Vittoria pesante per il Jubilo Iwata che batte nettamente il Vegalta Sendai e risale in classifica abbandonando la zona retrocessione.

Assolutamente inattese invece le sconfitte di Urawa, rimontato in casa dallo Shonan Bellmare di Shunsuke Kikuchi (doppietta) e di Hiroshima, superata a domicilio dal redivivo Sagan Tosu: al Big Arch i Sanfrecce hanno mostrato l’ormai consueta sterilità offensiva, l’attacco non riesce a finalizzare la mole di gioco prodotta da centrocampo ed esterni (Kashiwa su tutti) e il 2°posto in classifica è ormai un pallido ricordo. La 5° sconfitta consecutiva è maturata a causa di un autorete di Salomonsson che ha deviato beffardamente in rete un cross di Mitsumaru che non appariva particolarmente insidioso. Tosu ha ritrovato smalto, soprattutto in attacco: spiace dirlo ma da quando il tecnico Kim Myung Hwi ha confinato in panchina Torres. sostituendolo con il cavallo di ritorno Toyoda, la squadra appare più pericolosa. Torres al meglio è superiore a Toyoda (e a molte altre punte in JLeague), su questo non ci piove, ma al momento è paurosamente fuori forma ed è giusto che parta dalla panchina. 

 

RISULTATI E MARCATORI


               SANFRECCE HIROSHIMA   0    -
                    SAGAN TOSU   1    86'aut. Salomonsson
           
  KAWASAKI FRONTALE   1    70' Leandro Damiao
  NAGOYA GRAMPUS   1    45' Mateus
           
  URAWA REDS   2    22' Nagasawa  25' Nabbout
  SHONAN BELLMARE   3    47' e 79' S.Kikuchi  94' Yamane
           
  JUBILO IWATA   2    19' Adailton  34' Nakayama
  VEGALTA SENDAI   0    -
           
  FC TOKYO   2    59' Ogawa  70' T.Kubo
         H.CONSADOLE SAPPORO   0    -
           
          YOKOHAMA F.MARINOS   4    31' M.Junior  67' T.Lee  83' e 90' Miyoshi 
  VISSEL KOBE   1    92' Wellington
           
  KASHIMA ANTLERS   5  

 25' Leo Silva  47' e 65' Shirasaki  54' Serginho

 83' A.Nakamura

                          MATSUMOTO YAMAGA   0    -
           
  OITA TRINITA   1    47' Iwata
  SHIMIZU S.PULSE   1    34'rig. Douglas
           
 

GAMBA OSAKA

 

0

 

 55' Kurata

 

CEREZO OSAKA

 

0

 

 -

 

CLASSIFICA

 CLICCA SUL NOME PER ACCEDERE ALLA PAGINA DEDICATA ALLA SINGOLA SQUADRA CON TUTTE LE INFORMAZIONI

Pos Squadre Pts   G   V N P   GF GS DIFF  
01  FC TOKYO 30   12   9 3 0   18 5 +13 ACL
02  NAGOYA GRAMPUS 24   12   7 3 2   21 8 +13 ACL
03  OITA TRINITA 24   12   7 3 2   15 7 +8 ACL
04  KAWASAKI FRONTALE  23   12   6 5 1   19 8 +11  
05  KASHIMA ANTLERS 23   12   7 2 3   21 11 +10  
06  YOKOHAMA F.MARINOS 21   12   6 3 3   18 16 +2  
07  H.CONSADOLE SAPPORO 19   12   6 1 5   17 17 0  
08  SANFRECCE HIROSHIMA 17   12   5 2 5   12 9 +3  
09  SHONAN BELLMARE 17   12   5 2 5   16 15 +1  
10  URAWA REDS 17   12   5 2 5   10 13 -3  
11  CEREZO OSAKA 14   12   4 2 6   10 9 +1  
12  JUBILO IWATA 12   12   3 3 6   10 11 -1  
13  MATSUMOTO YAMAGA 12   12   3 3 6   6 16 -10  
14  GAMBA OSAKA 11   12   3 2 7   16 22 -6  
15  VISSEL KOBE 10   12   3 1 8   15 22 -7  
16  VEGALTA SENDAI 10   12   3 1 8   11 19 -8 OUT
17  SAGAN TOSU  10   12   3 1 8   5 17 -12 RET
18  SHIMIZU S.PULSE 9   12   2 3 7   12 27 -15 RET
                               squadra Campione del Giappone e qualificata in ACL
      squadre qualificate alla Asian Champions League
      squadra costretta ai Playout Retrocessione in J2
           

squadre retrocesse direttamente in J2 


 

CLASSIFICA MARCATORI

P   Giocatore Squadra Reti Rigori Assist Presenze Minuti
1   ANDERSON LOPES H.Consadole Sapporo 7 1 1 9 717
2   DIEGO OLIVEIRA Fc Tokyo 7 2 3 12 1076
3   FUJIMOTO Noriyaki Oita Trinita 7 - 1 12 1058

 

   PARTITE PROSSIMO TURNO

         

   H.CONSADOLE SAPPORO

- 

GAMBA OSAKA

         

 

SHIMIZU S.PULSE

-

VEGALTA SENDAI

 
 

CEREZO OSAKA

-

FC TOKYO

 
 

YOKOHAMA F.MARINOS

- 

JUBILO IWATA

 
 

URAWA REDS

-

SANFRECCE HIROSHIMA 

 
 

SAGAN TOSU

- 

KASHIMA ANTLERS

 
 

NAGOYA GRAMPUS

- 

MATSUMOTO YAMAGA

 
 

OITA TRINITA

- 

KAWASAKI FRONTALE  
 

VISSEL KOBE

-

SHONAN BELLMARE

 

 

TABELLA RISULTATI 2019

 Nella colonna a sinistra le gare giocate in casa, nelle colonne verticali quelle giocate in trasferta.

JL1 ANT BEL CER CON FCT GAM HIR JUB KAW MAT NGR OIT SSP TOS URA VEG VIS YFM
ANT -- 1-0               5-0 2-1 1-2 3-0      1-0    
BEL   --   2-0 2-3     0-2   1-1 1-1  0-1        2-1    
CER     -- 0-1     1-2         0-0     1-2   1-0 3-0 
CON 1-3     --                 5-2       2-1  3-0
FCT 3-1     2-0  --     1-0    2-0 1-0 1-2 2-1 2-0        
GAM     1-1    0-0  --         2-3 1-1     0-1   3-4 2-3
HIR         0-1 3-0 -- 0-0   1-0     1-1 0-1        0-1 
JUB 1-1     1-2        --   1-1   1-2 1-2     2-0     
KAW 1-1 2-0 1-1   0-0 0-1     --   1-1          3-1     
MAT     0-2  0-0          0-2 --       1-0 0-1   2-1  
NGR     2-0 4-0     1-0  1-0     --       2-0       
OIT             0-1     0-1   -- 1-1  2-0    2-0   2-0
SSP   1-3 1-0     2-4       0-4       --   0-2       
TOS   0-2        3-1    1-0 0-1   0-4     --        
URA    2-3   0-2 1-1     0-1             --   1-0 0-3
VEG     0-2     2-1 2-1              3-0 0-0 -- 1-3  
VIS 0-1            2-4   1-2        1-1 1-0     --  
YFM 2-1               2-2   1-1     0-0   2-1 4-1  --

                                                LEGENDA ABBREVIAZIONI SQUADRE JLEAGUE1 2019

  ANT - KASHIMA ANTLERS   MAT - MATSUMOTO YAMAGA   
  BEL - SHONAN BELLMARE NGR - NAGOYA GRAMPUS    
                  CER - CEREZO OSAKA OIT - OITA TRINITA
  CON - CONSADOLE SAPPORO SSP - SHIMIZU S.PULSE
  FCT - FC TOKYO TOS - SAGAN TOSU
  GAM - GAMBA OSAKA URA - URAWA REDS
  HIR - SANFRECCE HIROSHIMA VEG - VEGALTA SENDAI
  JUB - JUBILO IWATA VIS - VISSEL KOBE
  KAW - KAWASAKI FRONTALE YFM - YOKOHAMA F.MARINOS