Tokyo 東京 

HAMA-RIKYU GARDENS

浜離宮恩賜庭園

 (foto di puntogiappone.com - Autore Mario A.Persegani - opera propria - tutti i diritti riservati) 

Foto 1
Foto 1

Gli Hama-Rikyu Gardens 浜離宮恩賜庭園 (Hama-Rikyū Onshi Teien) sono tra i giardini più belli di Tokyo, un luogo incantevole nel quale regnano silenzio, calma e tranquillità, e tutto questo nonostante si ritrovino  incastonati tra grattacieli e palazzi in una delle zone più moderne e avvenieristiche della capitale nipponica. Vi si può accedere sia dal fiume Sumida-gawa 隅田川che dal quartiere di Shiodome 汐留. Sono aperti al pubblico tutti i giorni dalle 9h00 alle 17h00, tranne un breve periodo di chiusura a fine anno (29 Dicembre - 2 Gennaio). L''accesso dal fiume avviene tramite i battelli della Suijo-WaterBus (vedi qui pagina dedicata a Sumida-gawa) che attraccano proprio all'interno degli Hama-Rikyu: una volta sbarcati si trova subito l'ingresso con la biglietteria. Il costo del biglietto è di 300Y, alla cassa sono disponibili (gratis) gli opuscoli-guida con mappa (anche in lingua inglese). Da Shiodome sono previste 2 entrate: la prima, più comoda e adatta per iniziare la visita ai giardini, è quella che attraversa l'Otemon-bashi, il ponte ubicato a nord del parco, vicino alle stazioni di Tsukijishijo (Oedo-line, E18), Shiodome (Oedo-line, E19) e di Shimbashi (JR Yamanote-line, Asakusa-line, A10 e Ginza-line, G8), la seconda è la Naka-no-gomon, entrata situata sul  lato occidentale, accessibile dalla  stazione di Hamamatsu-cho (JR Yamanote line). 

Foto 2
Foto 2

Gli Hama-Rikyu Gardens nascono come tipico giardino del periodo Edo (1603-1868) adibito al passeggio e alla caccia all'anatra. La sua costruzione inizia nel 1654 su iniziativa dello Shogunato Tokugawa, la potente famiglia che tramite i propri membri ha regnato sul Giappone come ultimo governo di stampo feudale fino alla restaurazione e l'inizio del periodo Meiji  (1868-1912), che restituì il potere politico  all'Imperatore. Inizialmente l'area era una secca in riva al fiume e quando i Tokugawa ne entrarono in possesso decisero di bonificarla e di costruire una lussuosa residenza privata sul Sumida-gawa. Il nome  Hama-Rikyu significa "Villa sulla spiaggia", dalle parole Hama 浜 - spiaggia o lido e Rikyu 離宮 - villa o palazzo signorile e la denominazione completa "Hamarikyū Onshi Teien" può essere tradotta come "Villa con Giardino, dono imperiale strappato alla spiaggia". I lavori sono stati portati avanti negli anni dai vari Shogun, attraverso modifiche e preziose migliorie, fino a concludersi sotto Tokugawa Ienari, 11°Shogun della dinastia (1773-1841). Da allora l'Hama-Rikyu è rimasto praticamente immutato fino al

Foto 3
Foto 3

suo passaggio ufficiale sotto la proprietà dell'Imperatore Meiji che lo ha rinnovato e proclamato formalmente "Distaccamento del Palazzo Imperiale". Purtroppo il Grande Terremoto del Kanto che ha devastato la regione di Tokyo nel Settembre del 1923 e i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale hanno danneggiato seriamente i giardini e i relativi edifici rendendoli quasi irriconoscibili e ovviamente inaccessibili. Con la resa del Giappone e la conseguente fine della Guerra, la figura dell'Imperatore subì una trasformazione che sfociò nella celebre "Tennō no ningen sengen" la dichiarazione mediante la quale Hirohito affermava la natura umana dell'imperatore e la sua negazione come Dio Vivente: le implicazione di tale dichiarazione furono molteplici, dalla perdita di potere e privilegi al ridimensionamento del patrimonio e dei possedimenti. Nel Novembre del 1945 l'Imperatore donò ufficialmente i giardini alla municipalità di Tokyo che ne curò il ripristino e li riaprì al pubblico nell'Aprile del 1946. Il parco si trova nel cuore della città, vicino al mercato del pesce Tsukiji, ha una forma quadrangolare disposta a rombo ed è circondato dall'acqua su tutti i lati: tre sono canali chiusi e parzialmente navigabili mentre il quarto guarda direttamente verso la Baia nella quale sfocia il Sumida-gawa. Gli Hama-Rikyu si estendono per circa 25 ettari con piacevoli sentieri che si snodano tra grandi prati, bellissimi alberi, boschi e  numerosi specchi d'acqua sui quali si affacciano postazioni in legno dove sedersi, rilassarsi e godere del panorama e del silenzio. Importante: in alcune di queste noterete pannelli in legno con scritte in kanji tipo questa 靴を脱いで下さい: sono inviti a togliervi le calzature prima di accedervi. Le formule possono variare, tenete presente che "le scarpe" si scrive "靴を kutsu-o" e "togliersi" si scrive "脱いで nuide" per cui in presenza dei questi ideogrammi è buona educazione farlo (下さい - kudasai significa per favore). Se avete tempo il consiglio è quello di fare tutto il giro completo attraverso gli Hama-Rikyu, senza fretta e godendo dei piaceri della natura che vi circonda: da vedere assolutamente la Nakajima-no-ochaya, una casa da Te in mezzo al laghetto Shioiri, raggiungibile tramite ponti in legno (Foto 3). Venne costruita nei primi anni del 1700 e utilizzata dai vari Shogun per rilassarsi e assaporare la preziosa bevanda in compagnia dei membri delle classi sociali più elevate.  

Foto 4
Foto 4

E' stata rinnovata nel 1983 e ancora oggi è possibile assistere alla cerimonia del Te e gustarne un tazza con alcuni dolci al costo di 500Y. Lungo tutto il percorso sono presenti punti di ristoro, vending machines e ovviamente toilette, strategicamente collocati tra ampi spazi dedicati alle fioriture stagionali, giardini di peonie, un pino di 300 anni fatto piantare nel tardo 1600 dal 6° Shogun Tokugawa Ienaga e alberi di ciliegio che durante il periodo del Sakura Hanami (Sakura 桜 = ciliegio e Hanami 花見 = guardare i fiori, dove hana 花 = fiori e mi 見 = vedere) offrono uno spettacolo mozzafiato. Un attento visitatore noterà anche la presenza di una tomba dedicata all'anatra (Kamozuka), nei pressi del laghetto Shinsen-za Kamoba: questo perchè i giardini sono stati originariamente concepiti come area dedicata alla caccia all'anatra e la tomba è stata eretta in memoria degli spiriti degli animali uccisi qui. Un'altra cosa che colpisce subito il visitatore è il silenzio che regna in questo luogo, un silenzio che sembra quasi impossibile data la vicinanza alla super-urbanizzazione che caratterizza Tokyo: gli Hama-Rikyu sono inseriti in una zona circondata da grattacieli e imponenti edifici che appartengono a grandi aziende e multinazionali giapponesi come la Bandai, la Fujitsu, la NipponTv, colossi bancari come la SoftBank e l'enorme mercato del pesce di Tsukiji, inoltre l'area di Shiodome-Shimbashi è una delle più trafficate della capitale, specialmente di giorno. L'assenza di rumore e la pace che caratterizzano questi giardini sono davvero incredibili. Questo contrasto/simbiosi tra ambiente e metropoli esprime pienamente il rapporto dei giapponesi con la natura che li circonda, un rapporto che per cultura e tradizione è da sempre molto intenso e nel quale la natura è non solo rispettata, ma anche ammirata e addirittura venerata in tutte le sue forme.

 浜離宮恩賜庭園の地図

HAMA-RIKYU GARDENS 


 Foto di puntogiappone.com - Autore Mario A. Persegani - opera propria - tutti i diritti riservati.

Tutte le foto sono utilizzabili solo dopo esplicita autorizzazione dell’autore che deve essere richiesta tramite la sezione contatti. Non sarà necessario alcun tipo di corrispettivo economico ma senza specifica autorizzazione l’utilizzo delle immagini NON E’ CONSENTITO.